Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 10 dicembre 2019

Imprese & Professioni giovedì 28 novembre 2019 ore 04:20

​«Cosa facciamo a Capodanno?»: 5 idee diverse dal solito

Quest’anno non lasciatevi intimorire da dubbi e incertezze: organizzatevi per tempo e vivete il Capodanno che effettivamente desiderate!



TOSCANA — Ci risiamo: eccoci a ridosso delle feste natalizie e già inizia a serpeggiare tra amici e parenti la fatidica domanda… «Cosa facciamo a Capodanno?». È un classico: tutti lo chiedono e nessuno dà una risposta, e così ci si ritrova a pochi giorni dall’ultimo giorno dell’anno senza sapere cosa fare e con poca voglia di organizzare qualcosa all’ultimo momento. Per cui diventa quasi inevitabile “accodarsi” a eventi pensati da altri, amici o parenti, che forse non rispecchiano in pieno le nostre aspettative per il giorno di San Silvestro. Ecco allora alcune idee che corrispondono a esigenze e gusti molto diverse, accomunate dal desiderio di passare un 31 dicembre diverso dal solito.

1. Vada per il relax

Una proposta davvero interessante potrebbe essere un Capodanno in una spa in Toscana . Sì, avete capito bene. Basta con balli sfrenati, cenoni senza fine, affollamenti, chiasso e corri corri che caratterizzano l’ultimo giorno dell’anno per la maggior parte di chi si affida a scelte convenzionali. Perché invece non scegliere di prendersi un momento di vero riposo, depurandosi dagli eccessi natalizi, dallo smog cittadino o dallo stress accumulato durante tutto l’anno con una bella giornata full time tra il calore e le coccole di un centro termale? Se non siete dei frequentatori abituali delle spa, concedervi questo piccolo lusso nell’ultimo giorno dell’anno sarà il perfetto coronamento di dicembre. Non ve ne pentirete.

Tenete presente che molti centri organizzano feste a tema, fuochi d’artificio e brindisi finale, per non farvi mancare nemmeno i momenti più tradizionali di San Silvestro. Se vi piace mangiare bene, quasi tutti i centri termali hanno un ristorante eccellente che offre un menù fisso compreso nel prezzo. Se poi scegliete un luogo tra le dolci colline toscane, come suggerito, avrete il vantaggio di un clima mite e una tradizione gastronomica eccellente, il tutto valorizzato dallo spirito naturalmente festaiolo e gaudente dei toscani.

2. Natale al cinema

Bene, questa è una soluzione che di certo non calza a tutti: c’è chi lo ama e chi si annoia, chi non ne può fare a meno e chi invece preferisce godersi un bel film a casa. È il cinema: un luogo tra pochi che ancora conserva un fascino di altri tempi, un luogo romantico e divertente allo stesso tempo, un posto pregno di storia e di suggestioni. Per gli amanti del genere trascorrere la sera di San Silvestro al cinema sarà una vera rivelazione: molte strutture organizzano vere e proprie maratone a prezzi vantaggiosi, che comprendono anche alcuni extra come countdown finale, brindisi e snack da sgranocchiare in allegria: un’alternativa davvero originale al solito cenone… che forse può soddisfare anche di più.

3. Avventura nella natura

Questa soluzione non è certo tra le più originali, ma è un suggerimento da tenere a mente perché, di questi tempi, può davvero rappresentare un’alternativa valida a al classico cenone o alla serata in discoteca. Se poi siete amanti dei viaggi e dell’avventura, questa soluzione non vi deluderà: si tratta della gita fuori porta immersi nella natura. Se siete amanti della natura sicuramente ci avrete già pensato: aspettare la mezzanotte alla luce delle stelle in una spiaggia deserta, o davanti un vero caminetto in una baita in montagna, lontani dal chiasso e dalle luci della città e in un’atmosfera davvero a tema. Durante il giorno, inoltre, potrete fare fantastiche escursioni. Ma sappiate che passare la notte di Capodanno nel cuore della natura potrà sorprendere anche i meno avvezzi: basta organizzarsi con un po’ di anticipo per avere qualche comodità in più che vi permetta di non rimpiangere l’immediatezza del fine anno in città. Per rendere l’atmosfera speciale attrezzatevi con candele, cibi caldi, coperte e cuscini soffici… e magari la vostra dolce metà oppure la compagnia di amici di cui proprio non potete fare a meno. Ma ricordatevi: per apprezzare questa soluzione con il giusto spirito, meno si è meglio è! La bellezza della natura vi ricompenserà.

4. Capodanno solidale

Se le vostre prospettive sono diverse e non credete che lo spirito del Capodanno sia quello di divertirsi a tutti i costi, potreste essere la persona giusta per realizzare un’ultima notte dell’anno davvero diversa. È il Capodanno solidale, un gesto di generosità che regala la possibilità a persona più sfortunate di noi di vivere una serata diversa, senza preoccupazioni e con il cuore più leggero. Molte associazioni benefiche cercano infatti volontari per la notte di San Silvestro che possano servire i pasti alla mensa dei poveri, trascorrere la giornata in orfanotrofio e case di cura per anziani, portare un sorriso e un po’ di spirito delle feste ai più bisognosi. Questo modo di trascorrere il Capodanno è certamente un po’ insolito, ma lascerà nella vostra memoria un’esperienza importante e ricca di significato, vi farà conoscere nuove persone e darà un senso diverso alla notte di San Silvestro. Provare per credere.

5. Capodanno “comodo”

Ci siamo: questo paragrafo è proprio quello che molti di voi aspettavano e che volevano sentirsi dire. Non c’è alcun motivo per cui il Capodanno vada festeggiato obbligatoriamente vestiti di tutto punto con capelli e trucco in regola, con tacchi alti o giacche e cravatte: scintillii e paillettes possono aspettare un’altra occasione, e noi possiamo invece coccolarci nel nostro caldo pigiama o nella nostra vestaglia preferita, sistemarci sul divano circondati da comfort food (cioccolata calda d’ordinanza), serie tv o libri preferiti, il tepore di casa e – facoltativamente – la compagnia di qualche amico. Chiamatelo pigiama party (ma anche no): tutto il benessere di casa, zero stress e… finalmente una lunga dormita! 



Tag

Morto Vannoni, quando difendeva il «metodo stamina»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità