Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 06 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Achille Lauro vestito da sposa bacia Boss Doms e duetta con Fiorello

Attualità martedì 20 gennaio 2015 ore 14:00

Due giorni nel nome della disabilità

Scuola, inserimento lavorativo e accessibilità i temi al centro della conferenza regionale allo Spazio reale a San Donnino il 23 e 24 gennaio



FIRENZE — Grazie alla collaborazione tra Regione, Sds Fiorentina nord-ovest, Anci e Cesvot si aprirà un confronto molto ampio tra istituzioni e organizzazioni della società civile e del privato sociale impegnate nel settore.

La mattinata si aprirà con i saluti del presidente Enrico Rossi, della presidentessa di Anci Toscana Sara Biagiotti e del direttore generale per l'inclusione e le politiche sociali Raffaele Tangorra; a seguire una serie di interventi su scuola, agricoltura sociale, nuove soluzioni per l'autonomia e piani per l'accessibilità. Verrà anche presentata dal consulente regionale Massimo Tronchi una proposta di un testo unico della normativa regionale sulle politiche per le persone con disabilità. Nel pomeriggio verranno istituiti 4 tavoli di lavoro riguardanti i temi principali del dibattito, a seguire uno spettacolo teatrale interpretato da persone disabili. Nella giornata di sabato verranno tirate le somme sui risultati dei 4 tavoli e la vicepresidente della regione Stefania Saccardi chiuderà la conferenza.

In Toscana si registrano più di 100 mila casi di persone affette da disabilità. Nel 2013 le scuole hanno ospitato i 10.733 alunni disabili e 5.092 docenti di sostegno. Per quanto riguarda la scuola dell'infanzia la percentuale degli iscritti disabili si aggira intorno al 1.4%, percentuale che sale al 2,3% nella scuola primaria e al 3% nella secondaria di primo grado (3%) mentre è in calo la quota di iscritti per quanto riguarda la secondaria di secondo grado (2.2%). A fronte di questi dati, si rileva un forte dislivello fra la dotazione dei posti di sostegno rispetto al bisogno, il numero di posti copre infatti appena la metà degli alunni disabili iscritti.

Un altro aspetto delicato è l'inserimento lavorativo. Infatti nonostante una serie di strumenti tecnici e di supporto che permettono una migliore collocazione a seconda del tipo di disabilità nel 2013 in Toscana il numero degli iscritti al collocamento è stato pari a 36.650 persone con una crescita del 18.7% rispetto al 2008 anche se le assunzioni si sono dimezzate per via delle barriere all'ingresso dei disabili al mondo del lavoro. In Toscana sono così stati soltanto 993 i disabili che tra maggio 2012 e luglio 2014  hanno avuto la possibilità di fare un esperienza in azienda.

Stefania Saccardi - Video
Massimo Toschi - Video
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità