Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità venerdì 23 maggio 2014 ore 16:59

Droga, asfissia e disfunzione cardiaca Così è morto Magherini

I consulenti della Procura, degli indagati e della famiglia hanno messo nero su bianco l'esito dell'autopsia sul corpo del quarantenne fiorentino



FIRENZE — Sono tre le cause della morte di Riccardo Magherini, deceduto nella notte tra il 2 e il 3 marzo scorso, mentre i carabinieri stavano procedendo al suo arresto. 

I consulenti nominati dai pubblici ministeri, dagli indagati e dai familiari della vittima, hanno infatti redatto un verbale unitario al termine delle analisi compiute in seguito all'autopsia, nel quale si legge che: "Le cause della morte sono legate a un meccanismo complesso di tipo tossico, disfunzionale cardiaco e asfittico sulle quali le parti si sono dichiarate concordi senza che fossero da richiedersi accertamenti e approfondimenti".

Se gli esperti si sono dichiarati concordi, però altrettanto non si può dire delle letture date dai legali delle parti.

Secondo il difensore dei quattro carabinieri indagati per omicidio preterintenzionale, l'avvocato Francesco Maresca, "il rilievo più importante" sarebbe che i consulenti "escludono segni di lesioni derivanti da traumi in seguito a percosse o addirittura pestaggio''. ''La causa principale - prosegue Maresca - è l'uso dello stupefacente, vi è una parte residuale marginale di causazione dovuta a difficoltà respiratoria, che può essere derivata dall'uso dello stupefacente stesso". Non solo. Secondo Maresca l'assenza di lesioni riscontrate, fatto salvo quelle "collegabili all'attività di rianimazione" rende necessaria una rivalutazione "del tanto contestato intervento dei carabinieri, che è avvenuto secondo protocollo". 

Di tutt'altro parere l'avvocato Fabio Anselmo, legale della famiglia Magherini, secondo cui la causa principale del decesso sarebbe l'asfissia. "Questo verbale - ha commentato Anselmo - lo dedico a colore che hanno sostenuto fin dal primo momento che l'unico responsabile della morte di Riccardo fosse lui stesso. A questo punto dobbiamo avere un processo. Di fronte alla corte d'assise la verità emergerà in modo chiaro".

Amaro il commento del padre di Riccardo Magherini, Guido, su Facebook, che parla di un "giorno molto triste perchè abbiamo saputo quanto Riccardo abbia sofferto prima di morire. Questo però ci darà ancora più forza per andare avanti e far sapere a Brando (il figlio di Riccardo, ndr)  chi era suo padre, un uomo fantastico unico che solo degli incapaci, per il momento, poi vedremo come chiamarli, gli hanno tolto".

Per la morte di Riccardo Magherini gli indagati sono 11: i quattro carabinieri (l'accusa è omicidio preteritenzionale) e poi cinque operatori sanitari e due centralinisti del 118, accusati di omicidio colposo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca