Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 05 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità martedì 01 dicembre 2015 ore 18:09

Strage dei cinesi, Prato non dimentica

ROSSI SU ANNIVERSARIO MORTE CINESI MACROLOTTO PRATO

Il presidente Enrico Rossi ha partecipato alla celebrazione in ricordo delle vittime del rogo del Macrolotto: "Tolleranza zero verso chi sfrutta"



FIRENZE — Sono passati due anni dal rogo che ha sventrato il capannone che ospitava la ditta di confezione abiti Teresa Moda al Macrolotto di Prato. Due anni, ma la ferita lasciata da quella strage che ha provocato la morte di 7 persone è tutt'altro che chiusa.

Per questo il governatore Enrico Rossi ha deciso di non mancare alla commemorazione delle vittime dell'incendio e ha colto l'occasione per rilanciare il progetto Lavoro Sicuro. "La sfida che ancora oggi abbiamo è quella tracciata dal presidente Napolitano due anni fa - ha detto Rossi -, quella di far emergere da condizioni di illegalità diffusa e sfruttamento inaccettabile, con un lavoro di squadra, realtà produttive capaci di contribuire alla ricchezza della Toscana e del Paese".

Rossi ha voluto anche ringraziare l'imprenditore cinese che nei giorni scorsi ha denunciato un ispettore addetto ai controlli nei capannoni che, in cambio di denaro, si offriva di svolgere ispezioni più 'morbide'.

"Mi complimento con l'imprenditore e lo ringrazio del buon esempio – ha detto Rossi – Le indagini sono in corso ed è giusto aspettarne l'esito. Questa vicenda dimostra comunque come legalità e illegalità vadano al di là delle etnie".

"La legalità va difesa - ha proseguito Rossi dai banchi del Consiglio comunale di Prato –. Va difesa quando si parla di tangenti, corruzione e concussione. Per questo invito chiunque subisca un ricatto a denunciarlo e montare le scale della Procura, ancor di più se si tratta di funzionari pubblici o di persone che hanno un incarico pubblico. La legalità va naturalmente difesa quando non si rispettano le regole".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno