Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:56 METEO:FIRENZE16°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Lavrov all'Onu: «L'Occidente vuole smembrare e cancellare la Russia»

Attualità lunedì 08 settembre 2014 ore 08:40

Informazione, 3 milioni per le imprese locali

Li ha stanziati la giunta regionale per la stabilizzazione dei precari e per progetti di sviluppo e innovazione di Tv, agenzie e testate on line



FIRENZE — In particolare per la stabilizzazione dei precari la Regione ha stanziato 1 milione e 200mila euro. I contributi aumentano così da 6.000 a  8.000 per ogni posto di lavoro stabilizzato e trasformato in tempo indeterminato e possono essere richiesti da aziende che, negli ultimi due anni, non abbiano ridotto il personale di oltre il 30 per cento. 

Un milione e 700mila euro sono stati invece destinati a progetti mirati, presentati da emittenti televisive digitali terrestri, quotidiani e periodici che operano esclusivamente on line e agenzie di stampa quotidiana, come previsto  dalla legge a sostegno dell'informazione approvata l'anno scorso dal consiglio regionale toscano.  La giunta ha però modificato parte dei criteri e delle modalità per l'accesso, oltre ad alzare del 10 per cento la quota di finanziamento (ora il 70 per cento) e stanziare un milione di euro, che si sono aggiunti ai 700mila già disponibili dallo scorso luglio. I finanziamenti saranno assegnati dopo la pubblicazione di una apposito bando.

Soddisfatto l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli, primo firmatario, quando era consigliere regionale, della legge 34.  

"La Regione è al fianco di chi fa buona informazione e occupazione - ha dichiarato Bugli -  In un mondo dove l'informazione è sempre più fluida e dove cresce il peso dell'on-line, vogliamo aiutare le testate ad evolversi: con beneficio anche per cittadini lettori".

"La moltiplicazione delle fonti di informazione è sempre una ricchezza, e diventa ancor più una risorsa per le comunità locali di territori dove questa scarseggia - hanno sottolineato invece l'assessore regionale alla cultura Sara Nocentini e quello al lavoro Gianfranco Simoncini -  Incentivare migliori e maggiori posti di lavoro è un altro obiettivo da cui un ente pubblico non può prescindere se vuol portare un contributo per superare le difficoltà occupazionali del settore e i bassi livelli di protezione per una parte dei lavoratori della comunicazione".

I progetti finanziabili attraverso la legge 34 sono quelli che avranno il maggior rilievo informativo per le comunità di riferimento: dal giornalismo di inchiesta alle comunicazioni della protezione civile, dal giornalismo di informazione a canali tematici e iniziative culturali multimediali fino a progetti capaci di incentivare il diritto-dovere della comunicazione trasparente da parte delle pubblica amministrazione. 

Nella graduatoria dei progetti sarà premiato chi assume nuovo personale, chi stabilizza, applica per i collaboratori almeno i minimi previsti dalle tabelle dell'equo compenso o fa rete. Se ai giornalisti viene applicato il contratto Fnsi il punteggio raddoppia.

Le spese finanziabili riguardano sia gli investimenti in strumenti e tecnologia, sia quelle per il personale e di gestione. Il sostegno si concretizza in un aiuto sull'acquisto dei beni ammortizzabili e sulle spese correnti di esercizio, pari al 70 per cento: era il 60 prima dell'ultima modifica della giunta. Investimenti e spese dovranno essere pari almeno a 50 mila euro e non superiori a 250 mila. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Vittorio Bugli - dichiarazione

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto sul posto nonostante i tentativi di rianimazione il ragazzo di 26 anni alla guida dell'auto coinvolta nel drammatico incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca