Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:42 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Casellati contro Santangelo (M5S): «Lei è un grande maleducato, io l'ammonisco

Attualità martedì 13 ottobre 2015 ore 19:30

Il Comune dice no alla Corte dei Conti

Dopo un acceso consiglio comunale la maggioranza ha deciso di non adeguarsi alle indicazioni della Corte dei Conti. Protesta delle opposizioni



PORTOFERRAIO — Si andrà al muro contro muro. Lo ha deciso la maggioranza consiliare adottando una delibera di giunta nella quale venivano rispedite al mittente le indicazioni che la Corte dei Conti aveva mosso al bilancio 2013. In sostanza l'amministrazione di Portoferraio ha deciso che l'esercizio finanziario 2013, l'ultimo della giunta Peria, era corretto e ha deciso di opporsi ai rilievi fatti dalla magistratura contabile.

La Corte dei Conti aveva infatti rilevato delle irregolarità nella contabilizzazione del bilancio consuntivo 2013 e, nel luglio scorso, aveva inviato al Comune una lettera in cui si facevano presente gravi irregolarità. Il Comune ha risposto con alcune controdeduzioni che tuttavia non sono state giudicate soddisfacenti dalla Corte al punto da emettere, il 17 agosto una pronuncia specifica ribadendo che quel bilancio non era corretto.

Ora la nuova giunta ha deciso di difendere l'operato di quella vecchia sostenendo che non ci fossero irregolarità. Cercando di semplificare una materia complessa i rilievi che la Corte ha mosso sono due: un errato calcolo dell'avanzo vincolato di amministrazione dovuto all'uso di entrate vincolate per coprire spese correnti. Ciò che i contabili fiorentini sostengono è che alcuni fondi furono usati per scopi diversi dal vincolo con cui erano entrati in cassa mentre l'amministrazione comunale sostiene che quel vincolo non fosse così stringente e che c'era una certa elasticità nella destinazione da dare ai fondi.

Una vicenda tecnica che poteva mettere tutti d'accordo (l'attuale opposizione è composta in gran parte da esponenti della precedente amministrazione) ma che ci ha messo niente a diventare un nuovo scontro politico.

Il fuoco alle polveri lo ha dato il segretario comunale inviando una nota, poi ribadita in aula, in cui invitava i consiglieri a non accogliere le indicazioni della giunta e di adeguarsi al volere della Corte dei Conti. Un'entrata a gamba tesa che la maggioranza ha subito stigmatizzato: "Devo prendere purtroppo atto - ha esordito il sindaco Ferrari - che c'è un tentativo di influenzare le decisioni del consiglio. Spero che tutti i consiglieri abbiano la mente sgombra e votino secondo coscienza. In più spero che la minoranza apprezzi il fatto che difendiamo un atto che hanno firmato loro quando erano al governo".

Ramoscello di ulivo rifiutato per motivi di rito più che di merito. Le minoranze hanno infatti accusato l'amministrazione di voler procedere con urgenza immotivata (il termine scadeva il 17 ottobre) senza dare il tempo e il materiale per studiare la vicenda. "Fino a ieri mattina non abbiamo potuto leggere la proposta di delibera - ha commentato Alessia Del Torto - in queste condizioni non possiamo votare e usciremo dall'aula". Cosa effettivamente successa dato che al momento della votazione solo i consiglieri di maggioranza erano presenti.

"In questi giorni - interviene Alessandro Mazzei - abbiamo avuto ancora di più l'evidenza che questa città sia una barca senza nessuno al timone. C'è una precisa volontà di non far parlare la minoranza ancora una volta negando l'accesso agli atti". Circostanza confermata dal segretario comunale.

Alla fine di un altro consiglio all'insegna della tensione, il sindaco Ferrari commenta: "Il nostro era un atto dovuto e ci siamo comportati correttamente. Faremo opposizione come stanno facendo altre amministrazioni in Toscana contro dei rilievi che riteniamo ingiusti".

Luca Lunedì
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo e la ragazza erano appartati in auto nella zona delle Cascine. L'aggressore ha 25 anni ed è accusato di tentato omicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità