comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 23°23° 
Domani 21°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 04 agosto 2020
corriere tv
Coronavirus, l'Oms ammette: «Non abbiamo un piano B rispetto al vaccino»

Attualità venerdì 31 luglio 2020 ore 18:30

Turismo in Italia, Elba e Toscana sul podio

Spiaggia di Sansone
Foto di: Massi Macii

Uno studio di Cna evidenzia come le vacanze 2020 siano orientate al turismo vicino casa. Fra le mete preferite c'è la costa Toscana



ROMA — Vacanze last minute sono quelle che contraddistinguono la stagione 2020 secondo uno studio diffuso da Cna Turismo. E' sui connazionali e su questa ultima parte di estate, agosto soprattutto, che si concentrano le speranze e l’offerta degli operatori del turismo. Attività ricettive, ristorazione, trasporto persone e agenzie di viaggio. In una parola: il turismo che in Italia, conta oltre 230mila imprese, di cui 33mila alberghiere, 183mila extra-alberghiere, 17mila mila agenzie di viaggio e tour operator. È questo il settore che ha pagato il prezzo più salato all’emergenza sanitaria legata al Covid.

A fare i conti è Cna Turismo, che ha condotto un’indagine sui propri associati. Il risultato è che tra marzo e maggio il movimento economico del turismo in Italia si è contratto di circa 52 miliardi di euro. Quanto garantivano oltre 80 milioni di presenze. Non è andata meglio a giugno, così come non ci si aspettano impennate per luglio.

Cna Turismo ha disegnato la mappa delle destinazioni preferite in questo ultimo mese di vacanze, al secondo posto la Toscana che può contare sull'attrazione della Versilia, delle isole con l'Elba in primo piano e del Grossetano.

Cna Turismo spiega che l’industria delle vacanze può contare praticamente solo sugli italiani, almeno quelli che possono permettersele. Perché è vero che ci sono segnali incoraggianti e diffusi di una ripresa, ma il dato evidenziato da CnaTurismo è che i nostri connazionali hanno ridotto le ferie. Su quanti andranno in villeggiatura, comunque, incombe il timore di una ripresa dell’epidemia. E rimane, di conseguenza, la paura di andare nelle aree più colpite, preferendo le regioni dove il virus ha fatto meno danni. E chi magari era abituato a veloci spostamenti in aereo e oggi preferisce restare entro i confini, sceglie il turismo di prossimità per evitare trasferte troppo lunghe.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Imprese & Professioni