Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:31 METEO:FIRENZE15°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Due guardie carcerarie prese in ostaggio da detenuti dell'Isis nel carcere di Rostov

Attualità sabato 14 settembre 2019 ore 09:39

Il super tifoso diventa centenario

Valentina Torrini ha omaggiato il centenario Gino Bertelli, grande tifoso dell’Empoli, con una pergamena ed una bella orchidea bianca rampicante



EMPOLI — Lui è davvero un personaggio a Empoli. Gino Bertelli, classe 1919, rozzalupino doc, taglia il traguardo dei cento anni: ieri, 13 settembre 2019, il compleanno, vissuto con l’energia che lo ha sempre contraddistinto.

Gino Bertelli lo conoscono tutti, ma proprio tutti in città.

Provate a chiedere di Gino in centro storico, da tutti avrete una risposta: “Ma Gino chi, il Bertelli detto i’ Bubbola?”.

Ecco il suo soprannome. Storico tifoso azzurro – ha ricevuto gli auguri anche dal club calcistico – abbonato da oltre 50 anni è stato premiato lo scorso anno per i suoi 99 anni prima della gara contro il Bologna come il ‘tifoso più vecchio dell’Empoli FC’, adesso si è migliorato.

Padre di tre figli, Stefania, Manuela e Giovanni, la sua storia ci è stata raccontata con tanto affetto da quest’ultimo.

Gino non si è perso una gara dell’Empoli, la sua passione ha radici davvero profonde. La sua poltroncina in Tribuna Inferiore è storica. Tre le cose che non gli devono essere toccare: il suo Empoli, la sua città, il suo partito.

Non solo calcio e sport, Gino è stato anche un gran lavoratore.
È stato macellaio ad Avane per settant’anni e quanto ‘bubbolava’ il ‘sindaco di Avane’. Insomma il Bertelli è un’icona di Empoli ma soprattutto di Rozzalupi, perché lui ci tiene molto alle sue origini.

A tal punto che curò per la rivista ‘Il Segno d’Empoli’ proprio il racconto sulla sua zona, Rozzalupi dove è nato ì Bubbola.

In molti lo conoscono anche per le sue interminabili discussioni con l’ex assessore Sauro Cappelli, suo grande amico, agli angoli del Giro d’Empoli, tra sigarette e commenti sulle partite e sulla politica locale.

Poi la pensione, nel ’92, meritata, e viaggi in Inghilterra, in Francia sempre insieme a sua moglie Anita, scomparsa il 9 giungo 2018, settadue anni di matrimonio.

È la storia di un empolese ben voluto da tutti i concittadini che ha festeggiato ieri i suoi 100 anni in Via Lorenzo Bartolini, dove l’assessore Valentina Torrini gli ha consegnato una pergamena ed un’orchidea a nome dell’amministrazione comunale.

Per lui anche una gran bella festa di cui è rimasto entusiasta.

Un bel rinfresco insieme a tantissimi amici di vita avanesi, rozzalupini, del ‘Giro. Tutti insieme per i’ Bubbola’.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno