comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°18° 
Domani 12°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 29 settembre 2020
corriere tv
Covid, Fauci: «Il nemico non è Fauci o Burioni, ma il virus»

Cronaca sabato 07 dicembre 2019 ore 11:20

Nuova lettera di minacce al sindaco Barnini

La sindaca di Empoli Brenda Barnini

Una nuova lettera di minacce recapitata al primo cittadino di Empoli. Il Pd:"“Un grave atto intimidatorio che non fermerà la buona amministrazione”



EMPOLI — “Le vili minacce ricevute da Brenda, ci preoccupano e ci lasciano ancora una volta esterrefatti. Si tratta di un grave atto intimidatorio consumato ai danni di un alto rappresentante istituzionale che, ne sono convinto, non si lascerà condizionare nello svolgimento delle proprie funzioni e continuerà a lavorare con grande impegno e senso di responsabilità per il bene degli empolesi. Spero che gli inquirenti possano individuare al più presto i responsabili di questo gesto sconcertante che va condannato con forza. In un momento particolarmente difficile per il nostro Paese e le amministrazioni a tutti i livelli, è più che mai necessario che le istituzioni e la società civile uniscano le forze nel combattere ogni forma di criminalità e nel difendere quotidianamente il valore della legalità”. Questo il commento di Jacopo Mazzantini, segretario Pd Empolese Valdelsa, dopo aver appreso della nuova lettera di minacce recapitata al sindaco di Empoli Brenda Barnini, la terza in poche settimane.

Anche la Conferenza delle Donne democratiche dell’Empolese-Valdelsa esprime la massima solidarietà a Brenda Barnini: “Una nuova minaccia nel suo ruolo di Sindaco per aver difeso con convinzione e fermezza i valori antifascisti e democratici della sua città e del suo territorio. Le donne della Conferenza si stringono al fianco di Brenda e appoggeranno ogni azione politica ed educativa che miri a rafforzare la coscienza civica e democratica di tutti e a valorizzare le politiche della memoria”. 

“Vogliamo innanzitutto dire a Brenda che ha la solidarieta’ di tutto il Partito Democratico della Toscana per questo nuovo episodio di gravissime minacce. Auspichiamo che le autorita’ preposte al piu’presto individuino e fermino chi ha commesso queste azioni. Cosi’come non vanno sottovalutati rigurgiti fascisti preoccupanti che anche in questa occasione sono emersi. Brenda, che conosciamo per la sua determinazione, siamo certi proseguira’la sua azione nell’interesse della comunita’ che guida”. Cosi’ Simona Bonafe’, segretaria del Pd toscano.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Imprese & Professioni

Imprese & Professioni

Imprese & Professioni