Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:00 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Cronaca martedì 20 ottobre 2015 ore 10:05

L'autista-angelo che s'improvvisa infermiere

Tempestivo intervento del conducente di un bus per soccorrere un ragazzino colpito da un malore improvviso. Lo studente, 14 anni, è gravissimo



EMPOLI — Doveva essere una giornata come tante altre, quella di ieri. Gli studenti di ritorno da scuola, ad affollare il bus di linea insieme ai pendolari, verso l'ora di pranzo. La tratta era quella che va da Empoli a Montespertoli. Fra le molte facce e le spalle cariche di zaini, sulla vettura guidata da Roberto Frosini è salito un ragazzino di 14 anni.

Il conducente ha registrato subito qualcosa di strano: il ragazzino ha perso l'equilibrio, si è scusato, ha cercato un posto a sedere. Poteva essere un incidente insignificante e invece era il sintomo di un arresto cardiaco. I compagni l'hanno visto cadere a terra poco dopo.

Pensavano a un calo di zuccheri. Poi l'amico non si è rialzato e la gravità della situazione è stata sotto gli occhi di tutti. Attimi concitati, il febbrile ma tempestivo intervento di Frosini, l'autista-angelo che ha chiamato il 118 e seguito minuziosamente le istruzioni dell'operatore, praticando il massaggio cardiaco in attesa dei soccorsi. La paura di sbagliare, di fare un passo falso, mentre un compagno del ragazzino gli teneva il cellulare appoggiato all'orecchio per permettergli di praticare il massaggio senza impedimenti.

Aveva paura di non farcela, Frosini, ma il suo aiuto ha permesso di allungare la speranza di salvare il giovane studente di Montespertoli, ora ricoverato all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze in condizioni gravissime. Vista la gravità dell'evento è stato mobilitato anche l'elisoccorso Pegaso, atterrato nel parcheggio di Serravalle alle 13,30 circa.

Il ragazzino soffriva di cuore da tempo, hanno informato i familiari. La situazione è appesa a un filo. Se non si è ancora spezzato, è anche grazie al sangue freddo di un autista che, dopo aver aiutato il passeggero, ha voluto portare a termine anche la corsa del suo autubus, per alcuni minuti trasformatosi in un ospedale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gravissimo incidente la notte scorsa, un ragazzo ha subito l'amputazione di entrambe le gambe. È ricoverato in prognosi riservata
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità