Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:02 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ministro Guido Crosetto canta Bella Ciao alla serata con Fiorello per il Bambino Gesù

Cronaca venerdì 10 novembre 2017 ore 16:03

Bomba ecologica in agriturismo

Sequestrata dai carabinieri una struttura in cui sono stati trovati oli esausti, ceneri e altri rifiuti pericolosi. Era inquinata anche la piscina



MONTESPERTOLI — I carabinieri di Montespertoli hanno proceduto al sequestro preventivo di un agriturismo. Il provvedimento è stato emesso dal Gip Paola Belsito, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Firenze Alessandra Falcone, a conclusione di un’indagine avviata nel luglio appena trascorso.

Il sequestro è stato disposto poiché è stata accertata la commissione di reati di natura ambientale, come la presenza di rifiuti pericolosi sul suolo, con conseguente rischio di inquinamento del terreno sottostante e di eventuali falde, di emissioni incontrollate in atmosfera di ceneri. 

Dagli accertamenti è emersa la presenza di una centrale di cogenerazione di energia elettrica a biomassa per la quale non erano stati fatti i controlli annuali delle emissioni in atmosfera. Non solo. C'era anche un deposito di rifiuti pericolosi appoggiati direttamente a terra senza le previste precauzioni e autorizzazioni. Si tratta di olio esausto, filtri dell’olio e d’aria, lana di vetro, ceneri e segatura, non osservando le condizioni di utilizzo della biomassa.

In merito in particolare alla lana di vetro, la Fabbriche Isolanti Vetro Roccia Associate (cioè l'associazione dei principali produttori di lane minerali come lana di roccia e lana di vetro per isolamento), ha diramato una nota con la quale condanna l’abbandono di rifiuti ma ricorda che le lane minerali non sono pericolose: "L'International Agency for Research on Cancer, massimo esperto in materia ed afferente all’Organizzazione Mondiale della Sanità - ha commentato Fivra - ha inserito le lane minerali nel gruppo 3 non classificabile come cancerogeno per gli esseri umani (al pari del thé). L’Unione Europea mantiene una classificazione più cautelativa, ma anch’essa riconosce che le lane minerali sono sicure se conformi alla "Nota Q" (ovvero bio-solubili, come quelle prodotte dai soci FIVRA). Alcune volte i rifiuti costituiti da lane minerali sono classificati come pericolosi, ma ciò è una scelta di comodo (per evitare di effettuare tutti i test necessari per l’esatta caratterizzazione del rifiuto), non corrisponde alla realtà. Tutto ciò è stato confermato dal documento Le Fibre Artificiali Vetrose (FAV) - Linee guida per l’applicazione della normativa inerente ai rischi di esposizioni e le misure di prevenzione per la tutela della salute, approvato dalla Conferenza Stato/Regioni, su proposta del Ministero della Salute, in data 10 novembre 2016".

Tornando al caso dell'agriturismo, da quanto si apprende dai carabinieri, i titolari dell'attività sono indagati per non aver rispettato un’ordinanza emessa dal sindaco del Comune di Montespertoli di cessazione immediata delle attività con divieto assoluto di utilizzo della piscina, in attesa del ripristino delle condizioni di normalità: nell'acqua erano stati trovati infatti valori inquinanti molto alti. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno