Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:55 METEO:FIRENZE19°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Chiara Bontempi, fidanzata di Tamberi: «È un sogno, ora arriverà anche il matrimonio»

Attualità martedì 12 maggio 2020 ore 15:06

Fase 2, invio semplificato per i protocolli anticontagio delle aziende

Le imprese avranno più tempo per inviare i protocolli alla Regione e potranno farlo anche per e-mail. Novità per i cantieri edili



FIRENZE — Emergenza Covid, fase 2: le aziende toscane che hanno ripreso l'attività dopo lo stop imposto dal governo avranno più tempo per inviare alla Regione i protocolli che elencano le misure adottate per evitare ai dipendenti i rischi di contagio. E soprattutto potranno farlo anche per email. Ma andiamo con ordine.

INVIO DEI DOCUMENTI

Con un'ordinanza emanata il 3 maggio, la Regione aveva imposto ai datori di lavoro intenzionati a riaprire le loro imprese di redigere ed inviare on line all’indirizzo https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari un protocollo di sicurezza che recepisse le misure di contenimento per la tutela della salute dei lavoratori. 

Tuttavia molte aziende hanno incontrato difficoltà nella compilazione on line dei documenti e quindi, su proposta dell'assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli, d'ora in poi i protocolli potranno essere inviati anche per mail all'indirizzo di posta elettronica protocolloanticontagio@regione.toscana.it

Non saranno accettati documenti inviati per Pec.

SCADENZA PER L'INVIO DEI PROTOCOLLI

La compilazione dei protocolli anticontagio deve avvenire entro trenta giorni dalla riapertura dell'azienda.

Per quanto riguarda le imprese che hanno riaperto il 18 aprile, la scadenza iniziale del 18 Maggio è stata prorogata al 31 maggio.

NOVITA' PER I CANTIERI EDILI

Quanto previsto dall’ordinanza n.40 del presidente della Regione è stato superato dal decreto del presidente del Consiglio del 26 aprile.

La giunta regionale ha quindi aggiornato le norme. Eccole:

- la distanza di sicurezza tra i lavoratori deve essere di almeno un metro oppure scatta l’obbligo di indossare la mascherina ed altri dispositivi di protezione;

- all'ingresso dei cantieri è obbligatorio controllare la temperatura corporea di chi vi accede. Coloro che hanno una temperatura superiore a 37,5 gradi non possono entrare.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Forte vento di libeccio e mare in condizioni critiche si sono rivelati fatali per un ragazzo che è morto nelle acque di Cala del Leone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

QUI ambiente