Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:50 METEO:FIRENZE16°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella tra i primi al seggio a Palermo a votare per le elezioni

Attualità martedì 25 luglio 2017 ore 13:00

Promossi i conti della Regione Toscana

La Corte dei Conti ha parificato il rendiconto 2016. Il bilancio migliora ma chiude in rosso di 167 milioni. Troppe spese per i nuovi ospedali



FIRENZE — La Corte dei Conti ha parificato il rendiconto della Regione Toscana per il 2016. I conti dell'anno scorso si sono chiusi con risultato negativo di 167 milioni di euro, in miglioramento rispetto al 2015. Il disavanzo sostanziale risulta di 3 miliardi di euro, in miglioramento di mezzo miliardo rispetto al 2015. Debito complessivo: 1 miliardo 942 milioni di euro.

La sezione di controllo ha rilevato che il debito ancora finanziabile da parte della Giunta regionale è pari a 2 miliardi e 844 milioni di euro e ha richiamato l'istituzione ad adottare misure correttive per ridurre i ritardi nei pagamenti, specialmente nel settore sanitario.

Dall'omologazione dei conti 2016 i giudici di viale Mazzini hanno escluso soltanto un finanziamento comunitario da 180 mila euro, rispetto al quale la Regione ha svolto il ruolo di capofila. 

Altro punto sotto la lente della Corte dei conti, il project financing per la costruzione dei nuovi ospedali delle Apuane, Lucca, Pistoia e Prato. Il project financing presume un coinvolgimento rilevante di capitali privati nell'investimento per un'opera pubblica che dovrebbe essere non superiore al 50 per cento. Invece la quota pubblica è lievitata fino ad arrivare all'89 per cento. Parallelamente la quota privata si è ridotta fino al 20 per cento.

"La situazione sta migliorando ma deve essere attentamente monitorata - ha dichiarato il consigliere di sezione della Corte Paolo Peluffo - La Toscana ha fatto degli investimenti sulla base di mutui che non ha acceso: pur di non aprirli e quindi evitare di aumentare l'indebitamento, ha utilizzato somme disponibili nella cassa. Questo, sulla base delle nuove normative sul debito del 2012, ha creato problemi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E' morto sul posto nonostante i tentativi di rianimazione il ragazzo di 26 anni alla guida dell'auto coinvolta nel drammatico incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca