comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:38 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 23 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo scontro tra Gomez e Calenda a Piazzapulita: «Vuole insegnare il mestiere al Prof. Galli»

Attualità lunedì 23 marzo 2020 ore 14:30

Norme anti-Covid, controllati in 60mila in Toscana

Più di 2.500 le denunce per il mancato rispetto delle restrizioni sugli spostamenti. La maggior parte nell'area metropolitana fiorentina



FIRENZE — A due settimane dal decreto governativo del 9 marzo che ha esteso a tutta Italia le restrizioni anti-coronavirus inizialmente previste per le zone rosse del contagio, i controlli su strada e degli esercizi commerciali in Toscana ha fatto impennare la curva delle persone fermate in strada o in auto e delle denunce scattate. Facendo una somma dei dati arrivati dai singoli territori, i più recenti aggiornati al 21 marzo, si arriva a un numero di controlli che supera i 60.000 con oltre 2.500 denunce, quasi tutte per il mancato rispetto delle regole sugli spostamenti (inasprite con l'ultimo decreto firmato dal presidente del Consiglio che vieta di spostarsi dal comune in cui ci si trova). 

A livello nazionale, i dati del ministero dell'Interno parlano di 157.621 persone controllate e 10.326 denunciate solo ieri per un numero complessivo, dall'inizio dell'emergenza, che sale a 2.016.318 sul fronte dei controlli e a 92.367 denunce. Gli esercizi commerciali finiti nel mirino dei controlli in tutta Italia, sempre ieri, sono stati  53.776, con 158 esercenti denunciati e 7 attività sospese. 

Questi i dati reperibili tramite prefetture e Comuni sulla situazione in Toscana

Nella provincia di Firenze al 21 marzo sono state 34.220 le persone controllate, 1.003 quelle denunciate per violazione dell'art.650 del codice penale ovvero per aver disobbedito ai decreti del governo. Altre 30 persone sono state denunciate per falsa attestazione a P.U. e sulla propria identità. i negozi controllati sono stati 11.323 con l'emissione di 6 denunce per inottemperanza ai decreti. 

Nella provincia di prato sono state controllate 4.123 persone con 384 denunce per inosservanza dei decreti. Sono state 4 le persone denunciate per falsa attestazione a pubblico ufficiale. I negozi finiti nel mirino dei controlli sono stati 3.753 negozi. 

Nella provincia di Lucca al 18 marzo le forze dell'ordine avevano controllato 8.654 persone controllate di cui 279 denunciate per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità, 5 per false dichiarazioni e 2 per altri reati. Gli esercizi commerciali controllati sono stati 7836, 4 i titolari denunciati per il mancato rispetto dei decreti e uno sanzionato per non aver fatto rispettare la distanza interpersonale di sicurezza.

Nella provincia di Massa Carrara al 21 marzo sono state controllate 5.059 persone con 212 denunciati, nessuno dei quali per falsa attestazione. Oltre 1.697 negozi controllati con nessuna denuncia. 

Nella provincia di Arezzo sono state controllate 4.316 persone, 172 denunciate per inosservanza dei decreti e 6 per falsa attestazione. I negozi passati al setaccio sono stati 2.447 con 5 titolari denunciati per inosservanza dei decreti.

Nella provincia di Grosseto dal 12 marzo polizia, carabinieri e guardia di finanza hanno controllato 4.945 persone e 1.449 esercizi commerciali. Denunciate 169 persone per violazione dell'art. 650 del codice penale. 

Nel comune di Pisa la polizia municipale ha controllato, solo tra giovedì e domenica, 1.176 le persone. Delle 731 persone fermate tra sabato e domenica in 6 casi sono scattate le denunce per mancanza di valida motivazione. i negozi controllati nello stesso arco temporale sono stati 26, con una denuncia. Altre 445 persone sono state controllate tra giovedì e venerdì con 5 denunce, quattro delle quali pizzicate a fare un picnic sul litorale. 

Nel comune di Livorno a oggi la polizia municipale ha controllato oltre 850 persone, una media di 100 persone al giorno. Di queste, 20 sono state denunciate. Molte autocertificazioni però sono ancora al vaglio degli inquirenti con la conseguente possibilità che le denunce possano aumentare. Sono poi state effettuate verifiche su oltre 600 esercizi commerciali e sono scattate 8 denunce. 

Stessa media di controlli, circa un centinaio al giorno, anche nel comune di Pistoia che ha registrato i primissimi denunciati subito dopo l'emanazione del decreto l'11 marzo: tre persone fermate dalla polfer. 

Anche nel comune di Siena, la media si attesta attorno ai 100 controlli al giorno. Solo ieri sono stati in 114 a dover spiegare i motivi della propria presenza fuori da casa, con 3 denunce e 105 autocertificazioni raccolte dalla polizia municipale. Sei i negozi controllati. 



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca