Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE12°18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Politica venerdì 01 aprile 2016 ore 18:33

Cuperlo e Renzi nell'Italia che cambia troppo poco

Ha preso il via al circolo Vie Nuove l'evento promossa da Sinistradem "Alla ricerca di un buon partito". Due giorni di confronto sul futuro del Pd



FIRENZE — "Io dico che l'Italia è cambiata troppo poco se ci sono ancora telefonate come quella della ministra Guidi". Il giorno dopo le dimissioni del ministro Federica Guidi per le frasi inopportune scambiate con il compagno imprenditore e intercettate dai Carabinieri, è iniziata a Firenze la due giorni promossa da SinistraDem e aperta a tutto il Partito democratico. 

Prima di arrivare a Firenze, Gianni Cuperlo ha avuto un colloquio in Transatlantico con l'ex presidente del consiglio Massimo D'Alema. Per lunedì è invece in programma la direzione del Pd con il premier e segretario Matteo Renzi.

L'evento fiorentino si è aperto con una tavola rotonda coordinata da Lucia Annunziata a cui ha preso parte anche il governatore Enrico Rossi, candidato alla segreteria nazionale del partito.

"Saranno due giorni di discussione e di confronto su un tema che ci sta molto a cuore - ha spiegato la consigliera regionale Pd Serena Spinelli - L’iniziativa di SinistraDem è un’occasione importante per parlare del Pd, e per farlo in maniera positiva, aperta, portando idee e raccogliendo proposte per permettere al nostro partito, la principale forza politica del Paese, di trovare un’identità più forte e precisa. Più forte delle correnti interne, delle dinamiche congressuali, delle scadenze elettorali, dei personalismi e dei rapporti di forza"

"Per farlo è necessario ritrovare, senza rinunciare alla ricchezza del pluralismo, un'identità più forte e precisa, un insieme di valori condivisi, un progetto collettivo di cambiamento della società - ha detto ancora Spinelli - Un progetto politico che non si esaurisca in un programma di governo, ma che sia una visione politica condivisa, quella di una società più giusta, con meno disuguaglianze e più diritti, con pari opportunità per tutti".

"Non siamo in pochi a credere che possa raccogliere il consenso dei tanti cittadini che vedono in una moderna sinistra di governo la strada da seguire per il futuro dell’Italia - conclude Spinelli - Una strada da percorrere con un Partito Democratico radicato nei territori e nei circoli, che trova la sua energia nella spinta dal basso, nel senso di appartenenza dei suoi iscritti, nei militanti e nei suoi elettori. E’ per trovare questo che oggi e domani, in forma aperta a tutto il Pd, e con la partecipazione di politologi, sondaggisti, giornalisti e di tutti quanti vorranno dare il proprio contributo, saremo alla ricerca di un buon partito".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre gravi incidenti in poche ore si sono verificati nella giornata di oggi, due nell'Aretino e uno nel Senese. Sono tutti e tre ricoverati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità