Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:33 METEO:FIRENZE11°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità giovedì 12 aprile 2018 ore 14:43

Epatite C, piano per annientarla in tre anni

SERVIZIO DI DARIO PAGLI

La Regione Toscana ha varato un programma per curare 6.200 pazienti all'anno tra 2018 e 2020. Stanziati 44 milioni per l'acquisto del farmaco



FIRENZE — La Toscana dichiara guerra all'epatite C e stavolta l'obiettivo è annientarla nei 18.500 pazienti che ne soffrono nella regione. Lo prevede il programma contenuto nella delibera della giunta presentato in un briefing dal presidente Enrico Rossi e dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi. 

Il piano prevede lo stanziamento di 44 milioni all'anno per l'acquisto del farmaco e per l'attività progettuale. Se nel 2015 la stima di pazienti affetti da HCV in Toscana ammontava a circa 26mila, l'asticella è scesa oggi a 18.500. Ora il nuovo piano regionale prevede che ogni anno siano trattati 6.200 pazienti, con un incremento dell'attività ambulatoriale, per centrare l'obiettivo fissato per il 2020, fine del triennio. 

I costi, è stato precisato, sono destinati a scendere perché la stima attuale è basata sul valore medio del singolo trattamento ma a breve è verosimile che si verifichi una riduzione del costo unitario del trattamento con l'uscita di nuove molecole sul mercato. Il programma prevede che sia creata una cabina di regia per coordinare e monitorizzare il lavoro degli specialisti dei centri prescrittori, che sia sviluppato un data base online regionale e che siano definite nuove strategie per il censimento dei pazienti affetti da HCV al momento della diagnosi. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno