Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:FIRENZE24°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Monitor Consiglio mercoledì 10 gennaio 2024 ore 13:53 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Keu, le parole e i silenzi degli esponenti Pd

Irene Galletti, Silvia Noferi e Andrea Quartini
Irene Galletti, Silvia Noferi e Andrea Quartini

“Inaccettabili le parole del segretario provinciale del PD e i silenzi dei vertici regionali sul drammatico quadro istituzionale che ne emerge”



FIRENZE — Il Movimento 5 Stelle Toscana torna sulla questione etica al Partito Democratico dopo le ultime notizie riguardo la richiesta di rinvio a giudizio dei suoi esponenti di partito coinvolti nell’inchiesta giudiziaria che ha scosso la Toscana ormai due anni fa.

“All’epoca avevamo stigmatizzato l’assordante silenzio che il PD mantenne per lungo tempo a seguito dello scandalo Keu, ma dopo aver letto le parole del segretario provinciale di Pisa rimaniamo esterrefatti - dichiarano in una nota Irene Galletti e Silvia Noferi, consigliere regionali M5S, e Andrea Quartini, deputato toscano - Quell’“intreccio velenoso”, che lui liquida come un caso isolato da trattare col massimo garantismo per i coinvolti, ha permesso che intere aree della nostra regione fossero contaminate da una sostanza altamente cancerogena; addirittura una strada, inaugurata in pompa magna nel 2020, è fondata su scarti contenenti Keu. È questo tutto ciò che il PD ha da dire?”.

“Nulla da dichiarare riguardo la gestione dell’Aula di Consiglio Regionale da parte di Eugenio Giani nel giorno in cui l’emendamento incriminato è stato “buttato lì”, come dicono chiaramente le carte processuali? Va da sé - sottolineano gli esponenti del Movimento - che quell’emendamento in realtà è stata la punta dell’iceberg che, una volta emersa, ha fatto scoprire quella realtà ancora più sconvolgente di quanto si potesse immaginare".

“Neanche una parola, invece, per i cittadini che ancora oggi non conoscono con certezza le conseguenze del pericoloso inquinamento che ha danneggiato le loro acque e la terra dove vivono, e magari dove hanno investito con un’agricoltura di qualità; non un punto fermo sulla reale quantità degli sversamenti né se ce ne sono altri oltre a quelli conosciuti" proseguono Galletti, Noferi e Quartini.

“Il garantismo e le espressioni di preoccupazione per quel distretto conciario da cui negli anni sono arrivati ricchi contributi per le campagne elettorali di partiti di centrodestra e centrosinistra – mai al M5S, lo ribadiamo con orgoglio - però si sprecano. La fiducia dei cittadini verso le istituzioni e la politica è in caduta libera grazie anche a questi comportamenti inaccettabili da parte di chi da sempre governa in Regione Toscana e nei comuni, e che noi continueremo a denunciare insieme al doppiopesismo dei suoi vertici" concludono i rappresentanti dei 5Stelle.

Silvia Noferi, nella sua veste di commissario della Commissione Controllo aggiunge: "Pur rimanendo garantisti, la questione morale ed etica dovrebbe essere uno dei principi basilari di ogni ruolo pubblico. Per questo non riusciamo a capire con quale stato d'animo il consigliere Andrea Pieroni possa continuare a svolgere il ruolo di vicepresidente della Commissione regionale di Controllo. Un suo passo indietro sarebbe un segnale importante per tutti, ma soprattutto per non tradire quella fiducia che i cittadini dovrebbero avere nelle istituzioni che li rappresentano".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno