Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:31 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ministro Guido Crosetto canta Bella Ciao alla serata con Fiorello per il Bambino Gesù

Attualità domenica 31 marzo 2019 ore 11:40

"La nostra economia è vicina allo zero"

La diagnosi del ministro dell'economia Giovanni Tria nel suo intervento al Festival dell'economia civile a Firenze. "Rallentamento in tutta Europa"



FIRENZE — "La crescita in Italia nel 2019 si avvia "verso lo zero". Queste le parole del il ministro dell'Economia Giovanni Tria intervenendo all'ultima giornata del Festival dell'Economia civile organizzato a Palazzo Vecchio a Firenze.

"Siamo di fronte - ha detto - a un rallentamento della crescita in tutta Europa. Si è fermato il motore Germania e di conseguenza si è fermata la parte più produttiva dell'Italia. Ora siccome l'Italia da anni cresce un punto in meno degli altri paesi europei noi ci avviamo verso lo zero".

Il ministro dell'Economia e delle Finanze Giovanni Tria ha ricordato che il problema è che l'Italia "da dieci anni cresce un punto percentuale in meno del resto d'Europa, significa che la nostra economia è allo ''zero'' mentre la Germania riesce a rimanere allo 0,7-0,8 per cento".

Per quanto riguarda il decreto sblocca cantieri il ministro ha detto: "Il decreto sblocca cantieri? Spero che venga approvato subito, anche prima dell'approvazione del Def".  "In questi giorni si approveranno i decreti sblocca cantieri e poi le misure necessarie per contrastare la stagnazione, questo rallentamento - ha aggiunto Tria - Spero anche prima del Documento economica e finanziaria".

Incalzato dal direttore del Festival, Lorenzo Bechetti, che aveva parlato di Bil, benessere interesse lordo, Tria ha risposto: "La crescita è necessaria e non sufficiente, ma ci vuole. Se guardiamo al tipo di crescita,questa può essere non inclusiva ma diretta, con un modello sbagliato che porta alla non crescita. Serve dunque una crescita equilibrata e non squilibrata, altrimenti si ha un impatto anche sociale. Inseguiamo la stabilità finanziaria ma non può esserci senza stabilità sociale".

Tra gli interventi quello del presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dei ministri Giovanni Tria e Sergio Costa.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno