Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:FIRENZE15°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Alessia Piperno, la ragazza romana arrestata in Iran. I video da Teheran condivisi sui social

Monitor Consiglio lunedì 11 luglio 2022 ore 16:09 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

POS, “Prevedere misure per ridurre il peso delle commissioni bancarie per i piccoli esercenti”

Valentina Mercanti
Valentina Mercanti

La consigliera regionale ha presentato una mozione per sensibilizzare il governo nazionale sui costi dei pagamenti elettronici che ricadono solo sugli esercenti



FIRENZE — “Attivarsi nei confronti del Governo affinché intervenga con tempestività prevedendo specifiche misure volte a ridurre - o azzerare, in caso di piccoli importi - il peso delle commissioni applicate per l’accettazione di carte di credito e di debito, anche rafforzando le misure già introdotte in merito al credito d’imposta sul costo delle commissioni sostenute da chi accetta pagamenti tracciabili, al fine di venire incontro alle richieste dei piccoli esercenti”.

E’ questo l’impegno richiesto alla giunta toscana da una mozione presentata dalla consigliera regionale Pd Valentina Mercanti sulla necessità di adottare misure finalizzate a contenere i costi sostenuti dagli esercizi commerciali, dalle imprese e dai professionisti per l’accettazione dei pagamenti elettronici.

«Il 30 giugno scorso – ricorda Mercanti – sono entrate in vigore le disposizioni che prevedono una sanzione amministrativa, in caso di mancata accettazione da parte di esercizi commerciali, imprese e professionisti dei pagamenti elettronici con bancomat e carte di credito. Sono convinta che lo sviluppo di strumenti di pagamento in grado di sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia informatica, consente di modernizzare le abitudini dei cittadini, delle imprese e della Pubblica amministrazione, migliorare la fluidità delle transazioni, sostenere la crescita economica. Come pure credo che il perseguimento di questi obiettivi è particolarmente importante in Italia dove l'utilizzo di strumenti di pagamento alternativi al contante è meno diffuso rispetto agli altri Paesi europei. Tuttavia, occorre prestare particolare attenzione affinché le politiche adottate per incentivare i pagamenti elettronici non finiscano per penalizzare gli esercenti, soprattutto quelli di piccole dimensioni, che rischiano di subire un aumento significativo dei costi bancari. Per questi motivi credo sia opportuno che il Governo metta in campo ulteriori misure nei confronti dei negozianti, commercianti, professionisti, autonomi affinché si eviti che gli oneri di transizione digitale e semplificazione dei pagamenti finiscano per gravare, esclusivamente, su di essi. Ed è questo il senso della mia proposta – conclude Mercanti – fare arrivare anche dalla Regione Toscana un invito al Governo nazionale a introdurre misure in favore dei piccoli esercenti».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'hanno trovato nella notte accasciato su una panchina. Sul posto carabinieri e soccorritori del 118. E' stato intubato, poi la corsa in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità