comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Morto Maradona, quando si raccontò a Kusturica: «La droga? Immaginati che giocatore sarei stato senza cocaina»

Attualità domenica 23 agosto 2020 ore 22:30

Positivi dopo le vacanze, sempre più casi

Sono 11 i toscani rientrati nelle ultime 24 ore dalle vacanze in Sardegna e risultati positivi, 3 da Riccione. L'Iss: "Più casi contratti localmente"



FIRENZE —

Il Covid colpisce ancora, sempre più giovani e sopratutto chi è andato in vacanza in alcune località, come in Sardegna, o all'estero, in Spagna, in Grecia o a Malta. E sono sempre di più i toscani che rientrano infettati dal virus. 

Circa la metà dei 1.210 nuovi casi registrati in Italia ieri sono legati a persone rientrate a casa dopo i viaggi delle vacanze.

In Toscana oggi sono ben 11 i positivi riscontrati tra chi è rientrato dalla Sardegna, altri 11 invece sono tornati dall'estero, uno di questi dalla Spagna e 4 da altre regioni italiane. 

Tra questi ultimi tre diciottenni aretini che sono risultati positivi al Covid dopo una vacanza a Riccione, un uomo di 36 anni tornato dalla Sardegna a Civitella in Val di Chiana, dati dell'ultimo bollettino dell'Asl sud Est.

In provincia di Grosseto, a Monte Argentario, altre due giovani positivi al coronavirus rientrati dalla Sardegna, una ragazza di 22 e un ragazzo di 24 tutti e due asintomatici e in isolamento domiciliare. Anche in Lunigiana dopo settimane senza nuovi contagi oggi è spuntato un caso a Liccina Nardi, anche qui si tratta di un uomo rientrato dalla Sardegna, come ha reso noto l'Asl Toscana nord ovest.

L'incremento dei nuovi casi delle ultime settimane è la conferma che a far risalire i contagi sono i rientri dalle vacanze, in Italia - con nel mirino il caso Sardegna e in genere le varie 'movide' - e dall'estero, e in misura minore i migranti, come sottolineato anche nell'ultimo rapporto dell'Istituto superiore di Santità che sottolinea come a partire dalla metà di giugno è aumentato il numero di nuovi casi di infezione da virus Sars-CoV-2 importati da uno stato estero, ma la maggior parte delle nuove infezioni è stata contratta localmente.

In particolare, nel periodo 3-16 agosto 2020 sono stati segnalati 779 casi di infezione da virus Sars-CoV-2 in cittadini italiani di ritorno da un viaggio all’estero, che rappresentano solo il 27,2% del totale. 

"L'Italia - si legge nel documento dell'Iss- si trova in una fase epidemiologica di transizione con tendenza ad un progressivo peggioramento“, infatti nelle due ultime settimane si rileva la trasmissione diffusa del virus su tutto il territorio nazionale che, quando si verificano condizioni favorevoli, provoca focolai anche di dimensioni rilevanti. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità