Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social
Lite a Varcaturo per un lettino in spiaggia: il video sui social

Attualità mercoledì 13 gennaio 2016 ore 15:17

Sos sordi, linea diretta con il 113

E' disponibile on line l'app per smartphone e tablet che permette ai non udenti di mettersi in contatto con le questure in caso di emergenza



FIRENZE — Dopo 13 mesi di lavoro per perfezionarla, l'app Sos Sordi è arrivata anche in Toscana. Dopo il protocollo siglato a dicembre 2013 tra le questure della regione e l'Ente nazionale sordi, oggi la presentazione ufficiale del servizio nella sede della prefettura di Firenze.

Un servizio fondamentale per i cittadini non udenti che si trovano in una situazione d'emergenza e che con un click sul loro smartphone o tablet possono lanciare un allarme direttamente alla questura più vicina. 

E' sufficiente registrarsi, meglio se con un account di posta elettronica Gmail, loggarsi, selezionare il tipo di emergenza e lanciare l'sos. Alla questura arriverà un a mail con specificato il mittente, il luogo da cui proviene il messaggio ed eventualmente, le generalità di una persona udente da contattare come referente.

In questo modo le pattuglie della polizia disseminate sul territorio avranno la possibilità di intervenire immediatamente. 

Il servizio permette anche ai cittadini non udenti, testimoni di un fatto grave, di segnalarlo direttamente alla polizia.

"In questo modo - ha detto il presidente del consiglio regionale dell'Ens, Giovanni Tafi - anche i sordi potranno avere gli stessi diritti e doveri degli altri cittadini".

"A questo punto - ha aggiunto il prefetto Alessio Giuffrida - bisognerà formare adeguatamente i cittadini non udenti per permettere loro di utilizzare l'applicazione al meglio". 

Le questure invece sono pronte ma il numero uno della polizia di Firenze, Raffaele Micillo, ha voluto ammonire dall'utilizzare questo sistema solo per le reali emergenze. "Se la pattuglia contattata accerterà che si tratta di una falsa emergenza - ha detto - chi ha lanciato l'sos rischia di essere denunciato per procurato allarme".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

SERVIZIO - SOS SORDI, FILO DIRETTO CON LA POLIZIA

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Scontro sulla Principessa all'altezza di Baratti, in cui restano ferite tre persone: intervengono le ambulanze e gli elisoccorso Pegaso 2 e Pegaso 3
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità