Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:FIRENZE11°14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Cronaca martedì 23 ottobre 2018 ore 10:10

Ste, Parisi e altri 4 condannati per false fatture

Nuova condanna per l'ex parlamentare. Con lui condannati altri quattro amministratori di società legate al gruppo editoriale promosso da Denis Verdini



FIRENZE — Due anni e due mesi di reclusione per l'ex deputato di Forza Italia Massimo Parisi, condannato insieme ad altri quattro amministratori di società legate al gruppo dell'ex parlamentare di Ala Denis Verdini per una serie di fatture false emesse per evadere il fisco. Con Parisi sono stati condannati a un anno e sei mesi Samuele Cecconi e Fabrizio Nucci, a un anno e quattro mesi Renato Pacca e a un anno e due mesi Fabrizio Toti. Per altri due imputati, Giovanni Luchetti e Pierluigi Picerno, è stato dichiarato il non doversi procedere per avvenuta prescrizione dei reati contestati. 

Il processo ruota attorno a circa 800 fatture false che per l'accusa, tra il 2007 e il 2010, gli amministratori condannati avrebbero emesso, nell'ambito delle loro attività societarie, per creare passività fittizie poi fatte figurare nella dichiarazione dei redditi per 6,6 milioni di euro e nelle dichiarazioni dell'Iva per 7,6 milioni in modo da evadere il fisco. Le fatture, sempre secondo l'accusa, dimostrano rapporti di fornitura di beni e servizi, tra cui inserzioni pubblicitarie, costi della carta e consulenze di vario tipo. 

A settembre Parisi era stato condannato dal Tribunale di Firenze a cinque anni per bancarotta fraudolenta della Società Italiana Edizioni che editava il Giornale della Toscana. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno