Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE15°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 21 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, Giornata Mondiale delle Api: da piazza del Popolo a Villa Pamphilj arrivano gli «spacciatori» di semi di fiori

Monitor Consiglio lunedì 19 febbraio 2024 ore 20:46 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Strage Moby Prince, nuova commissione d'inchiesta

Francesco Gazzetti
Francesco Gazzetti

"Totale sostegno alle associazioni dei familiari delle vittime sulla necessità di rendere operativa la nuova commissione d’inchiesta"



FIRENZE — "Sulla strage del Moby Prince serve il massimo sforzo per fare luce, in maniera definitiva, su una vicenda che ha segnato il nostro territorio e il Paese" dichiara Francesco Gazzetti, consigliere regionale Pd in merito alla richiesta dei presidenti delle associazioni delle vittime dei familiari della Moby Prince relativa all'attivazione della nuova commissione parlamentare d’inchiesta.

"Voglio esprimere totale sostegno alle richieste avanzate da Nicola Rosetti e Luchino Chessa, presidenti delle associazioni delle vittime dei familiari, che attraverso una lettera indirizzata al presidente della Camera Lorenzo Fontana, sollecitano l’avvio della nuova commissione d’inchiesta parlamentare - proseguye il consigliere regionale dem - L'auspicio è che sia presto operativa, proseguendo il proficuo lavoro portato avanti dalle due precedenti commissioni guidate rispettivamente dal senatore Silvio Lai e dall'onorevole Andrea Romano. Una richiesta assolutamente da supportare e che, attraverso una mozione che presenterò in Consiglio Regionale, auspico venga condivisa nella maniera più ampia possibile e, allo stesso tempo, rilanciata perché questo obbiettivo possa essere raggiunto quanto prima". 

"Il lavoro svolto dalle precedenti commissioni d’inchiesta ha, infatti , permesso di far fare passi avanti decisivi nella ricostruzione di quanto accaduto nella rada del porto di Livorno la sera del 10 aprile del 1991, facendo affiorare elementi di verità preziosi: ma il lavoro va completato e portato a termine" sottolinea Gazzetti. 

"Lo dobbiamo alla memoria delle vittime ed anche per onorare il lavoro portato avanti in tutti questi anni dalle associazioni dei familiari che come per la strage della stazione Viareggio e la vicenda della Costa Concordia lottano senza soste: un impegno di straordinario valore a cui abbiamo voluto dedicare anche l'esperienza dell'Armadio della Memoria. Siamo dalla parte di chi chiede verità e giustizia e lo saremo sempre anche, guardando alla strage del Moby Prince, nel ricordo di Angelo Chessa ed al fianco di Loris Rispoli" conclude Gazzetti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna, accusata di omicidio volontario, lavorava a bordo. L'allarme è stato lanciato dai colleghi che hanno trovato il bambino senza vita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca