comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:34 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 novembre 2020
corriere tv
La lezione di Burioni sull'immunità di gregge: «Vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile, la libertà è un'altra cosa»

Imprese & Professioni lunedì 21 settembre 2020 ore 11:35

Toscana: gioco online e gioco tradizionale, tutte le norme e le statistiche

Il settore del gioco registra un trend positivo da anni: ecco i dati e le statistiche che lo riguardano, incluse le norme più stringenti atte a tutelare attività e giocatori, sia per quanto riguarda il gioco dal vivo che quello online, sempre più in crescita



FIRENZE — Toscana: gioco online e gioco tradizionale, tutte le norme e le statistiche

Il settore del gioco registra un trend positivo da anni: ecco i dati e le statistiche che lo riguardano, incluse le norme più stringenti atte a tutelare attività e giocatori, sia per quanto riguarda il gioco dal vivo che quello online, sempre più in crescita.

Gioco online: dati e statistiche di un settore in crescita costante

Il fenomeno del gioco online è in crescente espansione: lo confermano i trend di mercato registrati dall’ADM, ossia l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, che attestano come da 1,37 miliardi di euro di puntate online nel 2017 si sia passati a 1,62 miliardi di euro nel 2018, segnando un incremento della spesa del +18% mentre nel 2019, secondo le ultime statistiche rilevate, la spesa totale per il gioco (sia fisico che digitale) in Italia è stata di 19,4 miliardi di euro, dei quali 1 puntata su 3 è stata effettuata online. Quanto all’offerta del settore, le opportunità proposte dai casinò online spaziano dalle classiche slot machine virtuali, disponibili in varianti di ogni genere e stile, a versioni in linea di giochi classici come la roulette e i giochi di blackjack online, le cui numerose trasposizioni digitali sono giocabili direttamente tramite dispositivi connessi come computer, tablet e smartphone. Sono inoltre presenti sezioni apposite dedicate ai giochi live e alle scommesse sportive. Le statistiche presentate dall’ADM sono le più aggiornate e puntuali: l’agenzia fiscale si dedica infatti a tutte le attività tecniche e operative riguardanti il Dipartimento delle Finanze e ogni anno si occupa della pubblicazione del “Libro Blu”, contenente le statistiche sul gioco d’azzardo relative al territorio nazionale.

Regolamentazione del gioco: la situazione in Italia e in Toscana, online e offline

Tale espansione necessita ovviamente di un’attenzione particolare e di una regolamentazione costante e ben disciplinata. Il web presenta norme molto stringenti, soprattutto riguardo l’ottenimento di licenze e certificazioni per poter portare avanti la propria attività. Tali norme sono state stabilite prima dal Decreto del Presidente della Repubblica n.169/98, che consente le attività di gioco a distanza, poi perfezionate con il Decreto del Ministero delle Finanze n.156/01 e il Decreto Direttoriale del 21 marzo 2006. Per contrastare eventuali posizioni irregolari, perciò, le attività di casinò online devono seguire le regole dell’ADM (al tempo della prima regolarizzazione chiamata AAMS): ottenere un’autorizzazione al diritto di esercizio di gioco e rispettare i severi criteri imposti. Quanto al gioco dal vivo, invece, già in tempi recenti la Regione Toscana è intervenuta per regolamentarne l’ambito: la legge n. 4 del 23/01/2018, nota come “Prevenzione e contrasto delle dipendenze da gioco d’azzardo patologico”, si occupa di regolamentare e monitorare la situazione, tra provvedimenti dedicati agli obblighi dei gestori e del personale, campagne di prevenzione e sensibilizzazione, controlli e sanzioni, mentre il nuovo articolo 4, dedicato al cosiddetto “distanziometro”, stabilisce che i centri scommesse e gli spazi per il gioco devono rispettare precise distanze (non inferiori a 500 metri) da tutta una serie di altre attività.

Ogni anno le statistiche più interessanti vengono rilasciate dall’ADM: un settore così complesso è dunque più che “seguito”, sia nel territorio toscano che più in generale in quello italiano.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità