Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°21° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 23 settembre 2019

Cronaca venerdì 27 maggio 2016 ore 19:37

Sangue infetto, un milione di risarcimento

Dovranno versarlo Governo, Regione Toscana e Asl 12 alla famiglia di un uomo che si ammalò di epatite C dopo una trasfusione



FIRENZE — Lo ha deciso il Tribunale di Firenze. Il paziente morì di cirrosi nel 2010 a 70 anni, lasciando la moglie e due figli. 

L''uomo nel 1986 aveva subito una trasfusione nel corso di un intervento cardiochirugico. Nel 2001 si manifestarono i primi sintomi di epatite C. Tre anni più tardi il Centro di medicina legale di Firenze, nel corso della procedura per la richiesta di indennizzo poi ottenuto, riconobbe il nesso di causalità tra la trasfusione  e l''infezione. 

Secondo il tribunale il ministero della salute è responsabile di omesso controllo e vigilanza e la Regione e l'azienda sanitaria "di inadempimento delle obbligazioni derivanti dal contratto di spedalità". 

Dall'inchiesta aperta sul caso emerse che il sangue trasfuso al paziente proveniva da nove donatori, tre dei quali non rintracciabili, rendendo così impossibile conoscere il loro profilo virologico.



Tag

Meloni: "Se Governo riceve ceffone dalle regionali iniziera' a traballare"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca