Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Canarie: terremoto di magnitudo 4,5 provoca nuovo fiume di lava, altri 300 evacuati

Cronaca sabato 10 ottobre 2015 ore 10:15

Arrestati in due per la truffa del falso avvocato

RAFFAELE MICILLO SU ARRESTI FALSI AVVOCATI CHE TRUFFAVANO ANZIANI - video

Sono italiani di origini napoletane i due individuati dalla polizia. Negli ultimi mesi sono decine gli anziani derubati. Il questore fa un appello



FIRENZE — Sono circa trenta gli anziani raggirati con la truffa del falso avvocato, tutti nel territorio fiorentino. L'appello del questore Raffele Micillo a non abbassare la guardia, perché questi due truffatori non sono gli unici: secondo la questura ce ne sarebbero altri in gior per la provincia.

La procedura per ingannare le vittime e farsi consegnare denaro era sempre la stessa: un uomo telefona a una persona anziana  che vive da sola e, fingendo di essere un avvocato, le racconta che il figlio ha provocato un incidente stradale ed è stato portato in carcere. Per liberarlo, l'anziano deve consegnare al falso avvocato i soldi necessari per la cauzione. Moltissimi i padri e le madri che, in preda all'ansia, sono caduti nella trappola.

La squadra la mobile ha passato al setaccio la città fino a quando ha individuato un'automobile sospetta con due persone a bordo a Scandicci. Così la polizia ha iniziato a seguire l'auto che, dopo aver effettuato un paio di soste si è spostata verso Firenze sud, in via Sant'Andrea a Rovezzano, via Francesco De Sanctis e via Duse dove gli agenti hanno accertato che lì erano state chiamate tre signore alle quali era stata raccontata la solita storia dell'incidente dal falso avvocato.

In via Maroni poi uno dei due uomini è sceso dall'autovettura e dopo essere entrato in un condominio, poco dopo è uscito ripartendo con il complice verso firenze sud. Gli uomini della polizia hanno quindi bloccato i due truffatori, due napoletani di 23 e 25 anni, e hanno accertato che era stato appena messo a segno un colpo a casa di un uomo di 86 anni. All'anziano erano riusciti a portar via 2900 euro in contanti.

Entrambi gli arrestati sono nel carcere di Sollicciano con l'accusa di truffa aggravata in concorso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il terribile incidente è avvenuto tra un'auto e una bicicletta. I medici hanno tentato di rianimare la donna ma per lei non c'è stato niente da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS