Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:10 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 24 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Alitalia, scontri tra polizia e manifestanti all'aeroporto di Fiumicino

Attualità mercoledì 17 maggio 2017 ore 18:03

Delirio in rosa per il Giro dedicato a Bartali

In tanti lungo le strade a Firenze e a Ponte a Ema per salutare i ciclisti in gara nell'undicesima tappa. Domani in Mugello l'omaggio a Nencini



BAGNO A RIPOLI — Prima la festa al Piazzale Michelangelo sullo sfondo di una Firenze sorpresa in primavera da un anticipo di estate. Poi il percorso fino a Ponte a Ema, dove Gino Bartali, a cui l'undicesima tappa era dedicata, è nato. 

Al piazzale, tra l'altro, si è svolta anche la consegna dei premi 'Eroi della sicurezza' agli agenti della polizia stradale della sottosezione di Viareggio che lo scorso luglio salvarono la vita a una donna seduta sul bordo del guard rail di un viadotto dell'autostrada, con l'idea di togliersi la vita. A premiarli è stato il capo della polizia Franco Gabrielli.

Poi è iniziato il trasferimento a Ponte a Ema, praticamente a festa per la partenza, proprio da lì, della tappa fino a Bagno di Romagna: 161 chilometri di saliscendi attraverso le province di Firenze, Arezzo, Forlì e Cesena, fra Toscana ed Emilia Romagna. Per dare un'idea della difficoltà del percorso affrontato dagli atleti, solo 15 chilometri di strada erano in pianura. 

Il Giro d'Italia toccherà ancora la Toscana. Domani, infatti, la dodicesima tappa, con partenza da Forlì fino a Reggio Emilia e un percorso di 229 chilometri anche attraverso il Mugello. I ciclisti percorreranno una prima porzione di tragitto accidentata attraverso la Colla di Casaglia per entrare nel tratto appenninico della A1 a Barberino del Mugello, superare il Valico Appenninico e uscirne a Rioveggio.  Poi, seguono oltre 100 chilometri tra discesa e pianura per arrivare ai vialoni di Reggio Emilia. La tappa, stavolta, sarà dedicata a Gastone Nencini, altro campione che vinse il Giro nel 1956. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovo, drammatico incidente sul lavoro in Toscana. Le fiamme sono divampate mentre l'uomo era solo. Strada chiusa per domare il rogo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca