comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 29 novembre 2020
corriere tv
Myrta Merlino ospita il compagno Marco Tardelli: «Ti presento come campione del mondo?», «Posso darti del tu?»

Lavoro domenica 29 marzo 2020 ore 15:00

Corrieri Amazon allo stremo, sarà sciopero

L'emergenza coronavirus ha moltiplicato le consegne e al magazzino di Calenzano monta la protesta. La Filt Cgil chiede un tavolo con l'azienda



FIRENZE — La Filt Cgil ha annunciato per domani, lunedì 30 marzo, uno sciopero di corrieri e lavoratori diretti del magazzino Amazon di Calenzano. Il sindacato riferisce che "ogni giorno circa 10mila pacchi (a stragrande maggioranza si tratterebbe di beni non essenziali) lasciano il magazzino Amazon di Calenzano per raggiungere le case dei cittadini di tutta la Città metropolitana" e che l'azienda si rifiuterebbe di incontrare i lavoratori, per approntare un piano con cui affrontare questo periodo di emergenza coronavirus.

"Si parla di un sito (operante nel settore della vendita online e della distribuzione di merci ad aziende e privati) in cui, quotidianamente, girano circa 300 lavoratori (tra i diretti e i corrieri delle ditte in appalto) - scrivono i responsabili della Filt Cgil Toscana e Firenze, Gabrio Guidotti e Claudio Gani -. Questi lavoratori sono preoccupati e vorrebbero ridurre il più possibile i rischi da interferenza in questa emergenza da coronavirus".

Il sindacato ha informato il Prefetto di Firenze, che si sarebbe reso disponibile ad attivarsi per organizzare un incontro con Amazon e con le ditte in appalto per affrontare la questione. "Ma Amazon ha deciso di non confrontarsi col sindacato" dicono Guidotti e Gani.

"Siamo convinti - commentano i due sindacalisti - che sia necessario aprire da subito nel sito una commissione paritetica con tutte le aziende presenti e il sindacato, per discutere tutti insieme affinché nel sito si organizzi l’attività nella maggior sicurezza possibile. In tal senso, è opportuno che venga ridotto immediatamente il numero delle consegne per ogni corriere al giorno, per permettere ai lavoratori di incontrare meno persone. Quando si parla di salute e sicurezza, a maggior ragione durante l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in Italia e nel mondo, non si può “lasciar correre”.

Lo sciopero di domani riguarderà l'intero impianto di Calenzano (lavoratori diretti e degli appalti), per l’intero turno di lavoro.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità