Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:25 METEO:FIRENZE21°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano

Attualità martedì 15 dicembre 2020 ore 12:39

Covid e contratto scaduto, lavoratori Ataf furiosi

Presidio davanti alla sede dell'azienda di trasporti per chiedere garanzie dopo un 2020 difficilissimo. "Stanchi, arrabbiati e senza prospettive"



FIRENZE — I lavoratori Ataf sono tornati a sventolare bandiere e a chiedere di essere ascoltati in un presidio sotto la sede dell'azienda di trasporti fiorentina. Motivo della protesta, ancora, il contratto nazionale e le garanzie economiche al termine di un anno complicato in modo inimmaginabile dalla pandemia di Covid-19 che ha rivoluzionato turni e modo di lavorare, anche in dipendenza dalle disposizioni dei vari Dpcm governativi e delle regole regionali. 

Per non parlare, è cronaca degli ultimi giorni, dei nuovi cantieri che hanno già rimesso in subbuglio il traffico e i parcheggi in un nodo strategico e sensibile come quello della Fortezza (vedi articoli collegati).

Queste le ragioni della protesta diffuse dalla Rsu aziendale in una nota: "la contrattazione è ferma da troppo tempo e il CCNL scaduto da tre anni; il contratto di secondo livello di Busitalia scaduto da tre anni; i lavoratori in distacco “temporaneo” aspettano garanzie sul futuro; in Ataf non ci sono certezze economiche sul 2020 e forse nemmeno sul 2021; la retribuzione integrativa degli assunti dopo dicembre 2000 (AP) ha una tabella che non prevede le assenze da pandemia e che va aggiornata per non penalizzarli ingiustamente; c’è la mancata integrazione salariale della quota del Fondo Bilaterale di Solidarietà; a bordo non si incassa più l’aggio sui biglietti; da troppo tempo il livelli salariali sono fermi mentre il costo della vita avanza senza sosta".

Da qui la richiesta a Regione, Comune e azienda "di intervenire con garanzie precise!", conclude la Rsu

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarebbe stata una fuga di gas a innescare una deflagrazione seguita da un incendio in un appartamento. L'anziano rimasto ustionato rischia la vita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS