Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:45 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità martedì 25 agosto 2020 ore 18:00

Effetto Covid in Toscana sugli affitti fuori sede

Record di offerte per studenti e lavoratori, molte le camere a disposizione a Settembre soprattutto per chi soggiorna nelle città universitarie



FIRENZE — Il virus ha svuotato le stanze generalmente affittate agli studenti e ai lavoratori fuori sede, sono molte le camere libere per Settembre a causa dell'aumento dell’offerta sul mercato immobiliare delle grandi città italiane, soprattutto quelle universitarie. 

L’Ufficio Studi di Immobiliare.it ha elaborato un report sulle locazioni di stanze e posti letto nelle principali città universitarie. In Italia la disponibilità di camere rispetto al 2019 è più che raddoppiata. Cresce l’offerta ma i prezzi sono fermi e la domanda? "Con una crescita su base nazionale del 18 per cento e picchi che raggiungono o superano il 25 per cento a Milano, Firenze e Bologna, il fenomeno che emerge è quello di una destagionalizzazione delle richieste, che gli anni scorsi ad agosto avevano già per la maggior parte incontrato l’offerta".

A Firenze è stato registrato un aumento dell'offerta tra stanze e posti letto del 175 per cento rispetto al 2019 mentre la domanda è aumentata del 29 per cento. Il Covid 19 non ha prodotto un crollo dei prezzi che invece si sono fermati, servono 400 euro al mese per una stanza, circa un 7 per cento in meno rispetto al 2019. Servono 260 euro per un posto letto, costo invariato rispetto all'anno scorso.

A Siena l'aumento dell'offerta è del 35 per cento mentre la domanda è cresciuta del 15 per cento, servono circa 327 euro per una singola con una variazione del più 3 per cento rispetto al 2019. Servono 220 euro per un posto letto, con una variazione del meno 12 per cento rispetto al 2019.

A Pisa l'aumento dell'offerta è del 12 per cento mentre la domanda è scesa del 3 per cento, servono circa 304 euro per una singola con una variazione del meno 1 per cento rispetto al 2019. Occorrono 214 euro per un posto letto, un prezzo rimasto invariato rispetto al 2019.

Il record della disponibilità spetta a Milano con un più 290 per cento su base annuale, seguita da Bologna  con il 270 per cento, Padova con il 180 e Firenze con il 175 , Roma più 130, Torino con il 108 e Napoli con il 100 per cento.

Secondo lo studio l’aumento dell’offerta ha avuto come effetto una frenata sul caro prezzi. Nelle singole città molte registrano un’oscillazione in negativo, come Bologna e Palermo dove una stanza singola costa il 9 per cento in meno rispetto al 2019.

Milano si conferma la città più cara in cui vivere da fuori sede, nonostante i prezzi delle singole siano rimasti praticamente fermi rispetto al 2019 con 565 euro al mese e quelli dei posti letto in doppia abbiano subito un ribasso a 345 euro. Roma, seppur con costi decisamente inferiori, è la seconda più cara: qui vengono richiesti in media 438 euro per una singola e 287 euro per un posto in doppia. Seguono Bologna e Firenze dove per affittare una singola sono necessari circa 400 euro.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stava passeggiando quando il pezzo di intonaco l'ha travolta. La donna si trova in gravi condizioni ricoverata all'ospedale di Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

Cronaca