Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:30 METEO:FIRENZE23°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roger Federer applaudito al concerto dei Coldplay, Chris Martin gli dedica dei versi
Roger Federer applaudito al concerto dei Coldplay, Chris Martin gli dedica dei versi

Attualità sabato 31 ottobre 2020 ore 00:12

Scontri e bombe carta alla manifestazione anti-Dpcm

Al lancio di bombe carta hanno risposto le cariche delle forze dell'ordine. Sono 20 le persone fermate. La manifestazione contro il Dpcm del governo



FIRENZE — Momenti di tensione nel centro storico di Firenze durante la manifestazione non autorizzata organizzata da un fronte anonimo contro il Dpcm del 24 Ottobre. Ai lanci di bombe carta e bottiglie hanno fatto seguito alcune cariche delle forze dell'ordine. Alla fine sono stati 20 i manifestanti fermati durante gli scontri tra piazza della Repubblica e pizza Strozzi.

Il ritrovo dei manifestanti alle 21 in via Calzaiuoli con l'obiettivo di raggiungere piazza della Signoria m i contestatori si sono fermati davanti allo schieramento delle forze dell'ordine in assetto anti sommossa. I partecipanti, soprattutto giovani, si sono diretti verso piazza del Duomo dove è stato occupato il sagrato di Santa Maria del Fiore. 

Verso le 22 sono state lanciate bottiglie e petardi tra piazza della Repubblica e piazza della Signoria, sono volati cestini dei rifiuti ed è partita una prima carica per disperdere i manifestanti che hanno ripiegato su piazza della Repubblica e piazza Strozzi. Altre cariche tra le 22 e le 23 tra piazza Strozzi, via Tornabuoni e via de' Cerretani. Infine i contestatori sono stati spinti verso la Stazione di Santa Maria Novella. 

"Ci hanno fatto vivere una notte terribile e dolorosa a Firenze. Non è così che si manifestano le proprie ragioni, non è così che si dà voce alla sofferenza. È solo violenza fine a se stessa, gratuita. Chi sfregia Firenze deve pagare per quello che ha fatto" sono state le parole del sindaco, Dario Nardella, al termine della notte di protesta.

Oltre allo schieramento di forze dell'ordine il centro è stato blindato spostando le auto e rivestendo le vetrine di pannelli per impedire i danneggiamenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno