Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Frecce Tricolori, il video delle spettacolari evoluzioni sulle note di «Nessun Dorma»

Attualità giovedì 06 maggio 2021 ore 18:38

Multata sul bus a 90 anni apre un caso storico

Multata per aver dimenticato di obliterare il biglietto è diventata protagonista del dibattito che potrebbe cambiare le regole del trasporto pubblico



FIRENZE — Una anziana fiorentina di 92 anni è stata multata sulla linea 17 dell'Ataf perché ha dimenticato di timbrare almeno uno dei 5 biglietti che aveva in borsa, è questa la vicenda che da alcune ore suscita discussione sui social.

La storia è rimbalzata da Firenze in tutta Italia attraverso la rete e con l'aiuto di qualche profilo molto seguito come Gianni Cuperlo che ha commentato "Giustizia è stata fatta! E adesso siamo un paese più onesto e più giusto".

Ad innescare il dibattito è stata però Marzia Gentilini, assessore comunale a Marradi ed amica della signora multata. L'abbiamo contattata. 

Marzia ha scritto un post di denuncia che è stato molto ripreso e commentato, in un passaggio afferma "Per carità, poteva essere una "furbetta" che con questo giochino del dimentico non timbra mai ma, come si fa a far pagare 50 euro di multa ad un anziana che magari vive di pensione minima? Forse agli over 90 che viaggiano su in bus non si dovrebbe far pagare più nulla e chi di loro ha la volontà di andare ancora in giro autonomamente dovrebbe essere premiato e ammirato. Chiederei al sindaco di Firenze...".

E lo ha fatto.

"Sì ho scritto a Dario Nardella - spiega Marzia - ed a quanto ho capito qualcosa si starebbe già muovendo. La proposta di rendere gratuito il viaggio agli over 90 arriva direttamente dalla signora multata che proprio in queste ore mi ha chiesto "Ma me la faranno pagare davvero la multa anche se ho 92 anni?" ed ha aggiunto che quei 50 euro volentieri li regalerebbe comunque a chi ne ha bisogno. Mi è sembrato di capire che una idea fosse già allo studio di Palazzo Vecchio". 

Sui social la notizia ha aperto un dibattito incandescente.

"Purtroppo nella rete finiscono tutti, chi per costruire e chi per distruggere. L'intenzione non era quella di accusare i controllori che hanno rispettato il regolamento peccando forse in buonsenso. Il concetto di fondo è invece importante, quello di un trasporto pubblico che ha perso forse la sua funzione sociale".

Ricordata forse da quel posto riservato alle persone più fragili.

"Esatto. Credo che le cose non capitino per caso e se adesso questa storia ha fatto tanto "rumore" non è giusto fermarsi allo spettacolino mediatico di chi ha raccolto qualche lettura o ha lasciato qualche commento. Sarebbe bello che adesso la proposta si concretizzasse. Non come forma di agevolazione con i passaggi burocratici ma una gratuità per età. Agli over 90 spetta un premio, un riconoscimento da parte della comunità e potrebbe essere quello di non farli sentire in difficoltà. Adesso la signora ha paura di dimenticarsi nuovamente di timbrare il biglietto e credo che questa sia la nostra sconfitta più grande. Non permettiamo che accada". 

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non vedendo arrivare al lavoro la vittima, hanno contattato il fidanzato. Poi la notizia dell'incidente. Da stabilire la data dei funerali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità