Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:22 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 03 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Lo sfogo di Facchinetti jr dopo la rapina in villa: «Ho paura, non voglio far crescere i miei figli in questo Paese»

Attualità sabato 23 maggio 2020 ore 19:10

In piazza, distanti, per tornare a scuola

In foto piazza Santissima Annunziata

Protesta di genitori e insegnanti a Firenze e in altre 4 città toscane per chiedere lo stop alla didattica a distanza. Manifestazioni in tutta Italia



FIRENZE — La Toscana è la regione più rappresentata nella manifestazione organizzata dal Coordinamento Nazionale Precari Scuola in 20 città italiane il 23 Maggio per dare “Priorità alla scuola”.

Docenti precari, genitori, educatori, uniti per "Una scuola migliore e in presenza". La protesta intende affrontare le problematiche della scuola ad iniziare dalla didattica a distanza, ritenuta "Un provvedimento di emergenza ma non uno strumento in grado di sostituire la didattica in presenza", fino all'emergenza del precariato tra i lavoratori della scuola, con "l’esigenza urgente della stabilizzazione dei docenti precari per titoli e servizi per ripartire a settembre e garantire la continuità didattica agli studenti".

Queste le piazze. Milano, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Torino, Vicenza, Padova, Genova, Firenze, Faenza, Roma, Pontedera, Pistoia, Arezzo, Lucca, Napoli, Cagliari, Sassari, Taranto e Trapani.

Gli organizzatori hanno chiesto ai partecipanti di presentarsi muniti di cartelli con scritte e frasi connesse alle rivendicazioni del precariato.

Tra gli slogan adottati “Stabilizzazione precari scuola”; Graduatorie per titoli e servizi; Scuola in presenza, NO DAD. "Accesso diretto TFA docenti 36 mesi su sostegno". “NO ai concorsi in pandemia. 

La manifestazione è stata organizzata in varie piazze ma "Se non trovate la vostra città - hanno detto gli organizzatori - potete comunque partecipare alla mobilitazione, andando di fronte la vostra scuola con i cartelli e documentando con foto la vostra presenza. Questo si fa anche in due colleghi!".

Anche Potere al Popolo in piazza a Firenze ha sottolineato "Il carattere di emergenzialità della didattica a distanza e la sua inapplicabilità nei contesti ordinari: l’unico modo possibile di fare scuola è in presenza. La scuola non si chiude".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corpo senza vita di un 53enne è stato rinvenuto in un riparo di fortuna riverso a terra. Gli inquirenti propendono per la lite finita in tragedia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Monitor Consiglio