Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 21°33° 
Domani 22°33° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 26 giugno 2019

Attualità sabato 18 maggio 2019 ore 13:40

Lucarelli e Boldrini, nuovo striscione per Salvini

La giornalista Selvaggia Lucarelli e la ex presidente della Camera, Laura Boldrini, hanno rilanciato uno striscione per il vice premier Matteo Salvini



FIRENZE — Uno striscione per Salvini? "Ma quanto lavori?" è questo lo slogan proposto dalla presidente Laura Boldrini e dalla giornalista Selvaggia Lucarelli, ospiti oggi a Strateco, l'evento fiorentino sulla comunicazione in rete.

"Può stare ore ed ore a fare selfie, ma quali sono le priorità?" domanda alla platea del Teatro La Compagnia di Firenze l'ex presidentedella Camera. "Mi dicono - ha proseguito - che spenderebbe 600mila euro per pubblicizzare post su Facebook, sono 50mila euro al mese. Non so se sia vero e non conosco i numeri precisi, ma il problema è come li usi i soldi. L'utilizzo di una pagina per deridere ed attaccare le persone non è giusto né corretto da parte di un ministro. Dal Viminale dovrebbe garantire la sicurezza di tutti, anche di chi lo contesta come le ragazze che sono state coperte di insulti da chi ha commentato il post".

Selvaggia Lucarelli e Laura Boldrini hanno affrontato anche il tema delle donne presenti in politica e nel mondo dell'editoria più o meno digitale sottolineando le differenze che ancora sussistono tra l?italia ed altri Paesi non solo europei.
 Perché più donne in politica? "Con le donne c'è anche il punto di vista del 51% della popolazione" ha risposto Laura Boldrini ricordando l'incontro con il primo ministro canadese "ha detto di essere femminista ed a ricaduta tutti lo pensano, ma lo ha fatto anche Obama". "Dove invece il ministro della famiglia si occupa della donna come angelo del focolare c'è una zavorra - ha aggiunto infine - per avere più figli non serve un pezzo di terra come stabilito con la finanziaria, serve incentivare e stimolare al lavoro".

L'incontro fiorentino si è concluso con un'esclamazione congiunta "È tempo di avviare una nuova rivoluzione femminista".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cultura