Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:10 METEO:FIRENZE20°24°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 17 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Forum sul clima, Draghi: «Finora siamo venuti meno agli accordi di Parigi, possibili conseguenze catastrofiche»

Attualità sabato 24 agosto 2019 ore 15:45

Mattarella commemora l'eccidio di Fivizzano

Commemorazione delle stragi naziste in lunigiana, quelle di Vinca, San Terenzo Monti e Bardine, alla presenza del presidente Mattarella e di Steinmeir



FIVIZZANO — Il 19 agosto 1944 le SS trucidarono 53 uomini nella frazione di Valla e Bardine e 107 civili nel paese di San Terenzo Monti, in Lunigiana. 

Questo anno per la commemorazione del 75° anniversario delle stragi nazi-fasciste nel territorio fivizzanese saranno presenti il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e con lui ci sarà Frank Walter Steinmeier, presidente della Repubblica federale tedesca. Le celebrazioni si terranno domani, domenica 25 agosto, a Fivizzano.

Ci sarà anche il presidente della Regione Enrico Rossi a Fivizzano. 

Il programma prevede alle 11.45 l'arrivo delle delegazioni italiane e tedesche guidate dai due presidenti nella sala consiliare del Comune di Fivizzano ed un incontro con alcuni rappresentanti dei sopravvissuti alle stragi. Successivamente, intorno alle 12, i due presidenti depositeranno davanti al Comune una corona ai Caduti (Fivizzano è decorato della Medaglia d'Oro al Merito civile e della Medaglia d' Argento al Valor Militare per il contributo dell'attività partigiana e per l'immenso sacrificio della sua popolazione nel periodo 1943-1945) e poco dopo scopriranno una targa commemorativa in ricordo della giornata. Alle 12.30, in piazza Vittorio Emanuele II, avrà inizio la cerimonia ufficiale.

Il presidente della Regione Rossi farà parte del comitato di accoglienza insieme al sindaco Gianluigi Giannetti, al presidente della Provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti e al prefetto di Massa Carrara Paolo D'Attilio.

Il terribile eccidio avvenne il 19 agosto del 1944, quando le truppe comandate dal maggiore Walter Reder uccisero 159 persone: 82 uomini, 63 donne, 14 bambini.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corpo senza vita del giovane pescatore di origini fiorentine è stato trovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco davanti alla spiaggia di Ginevro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità