Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella a Sanremo, la standing ovation dell'Ariston poi canta l'«Inno» e si commuove alle parole di Benigni

Attualità domenica 17 gennaio 2016 ore 17:05

Flashmob in difesa di caprioli e cinghiali

Foto di Stefano Belacchi

Nella centralissima piazza Repubblica la manifestazione contro la legge regionale toscana per contenere gli ungulati ribattezzata l'ammazzacinghiali



FIRENZE — Alcune decine di persone hanno partecipato alla coreografia del flash mob  organizzato in supporto della petizione lanciata da scrittori, intellettuali e naturalisti per contestare la legge messa a punto dall'assessore regionale all'agricoltura Marco Remaschi, attualmente all'esame del consiglio regionale.

"Con l’alibi della cosiddetta emergenza ungulati - sostengono i promotori della petizione - la normativa darebbe il via libera ad un abnorme piano triennale di abbattimenti, 250mila capi fra cinghiali e caprioli".

I firmatari della petizione, fra cui ci sono anche Dacia Maraini, Gianni Tamino, Stefano Bollani, Giorgio Panariello, Franco Battiato, Susanna Tamaro, Antonio De Marco, David Riondino, Vincenzo Pardini, Enzo Maiorca, Sandro Veronesi, chiedono che l'iter della legge sia sospeso, in modo da affrontare la questione della convivenza con gli animali selvatici "fuori dalla logica dell'emergenza e con criteri razionali e non cruenti, basandosi su censimenti accertabili e con gli strumenti non cruenti ormai disponibili e utilizzati in molti paesi dell'Europa".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità