Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:55 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Beppe Sala, le minacce la pazienza e l'incoscienza

Lavoro martedì 28 settembre 2021 ore 15:00

Reinserimento lavorativo per le donne vittime di violenza

Simonetta Cannoni e Alessandra Nardini
Simonetta Cannoni e Alessandra Nardini

La Regione Toscana e l'Agenzia regionale per l'impiego hanno lanciato 2 nuovi avvisi per percorsi di formazione, tirocinii e contributi diretti



FIRENZE — La Regione Toscana e Arti, l’agenzia regionale dei Centri per l’impiego, hanno promosso due misure finalizzate all’autonomia e al reinserimento lavorativo delle donne vittime di violenza.

Le due misure nascono dalla collaborazione strettissima fra i centri anti-violenza, i centri per l’impiego e gli uffici dei servizi sociali dei Comuni; in questa prima fase sono state finanziate con 422mila euro.

Grazie agli analoghi avvisi emanati nel 2018 e nel 2019, in Toscana 293 donne hanno beneficiato di contributi diretti mentre 82 hanno potuto effettuare un tirocinio e 96 hanno trovato un lavoro.

Nel dettaglio la prima misura di questo 2021 prevede contributi diretti per svolgere attività di orientamento specialistico e bilancio delle competenze, accompagnamento al lavoro, attivazione di un tirocinio, inserimento in percorsi formativi di breve o lunga durata. Si tratta di 500 euro una tantum erogabili come indennità di partecipazione oppure di un'indennità di frequenza fino a un massimo di 2.700 euro. Previsti anche contributi supplementari fino a 1.000 euro per i trasporti o l'acquisto di servizi per figli disabili o non autosufficienti con meno di 13 anni, volti a conciliare la vita professionale con la famiglia.

La seconda misura 2021 sostiene tirocinii di orientamento, formazione e inserimento lavorativo promossi dai Centri per l'impiego, dalle cooperative sociali o da altri enti del terzo settore. In questo caso il contributo non può superare i 500 euro al mese per un periodo compreso fra un minimo di 2 mesi e un massimo di 12i erogato a datori di lavoro oppure ad imprese ed enti del terzo settore.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il ragazzo e la ragazza erano appartati in auto nella zona delle Cascine. L'aggressore ha 25 anni ed è accusato di tentato omicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità