Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°23° 
Domani 19°27° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 22 agosto 2019

Attualità mercoledì 17 giugno 2015 ore 18:30

Forteto, Bergamini chiede commissione d'inchiesta

La deputata di Forza Italia ha già depositato la relativa una proposta di legge. Donzelli (FdI): "Nardella chieda a Renzi di commissariare la cooperativa"



FIRENZE — "Durante la campagna elettorale ho preso l'impegno insieme al candidato governatore Stefano Mugnai di istituire una commissione parlamentare che approfondisca come sia potuto accadere che minori siano stati affidati a una struttura i cui titioalri erano già stati condannati per reati contro i minori - spiega Deborah Bergamini - Non possiamo più accettare che certi espido di autentico orrore possa ripetersi in altre zone del nostro paese segnando vite in maniera indelebile".

Nell'aula del tribunale che ha condannato Fiesoli erano presenti anche il sindaco di Firenze e della Città metropolitana Dario Nardella, che ha chiesto un milione di euro di risarcimento danni, e i consiglieri regionali Stefano Mugnai di Forza Itala e Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia, entrambi membri della commissione del consiglio regionale ce indagò sulla vicenda del Forteto schierandosi all'unanimità dalla parte delle vittime.

Il sindaco Dario Nardella ha letto in consiglio comunale la sentenza. "Questo processo e le decisioni dei giudici mettono a nudo una vicenda drammatica che ha meso a nudo quanto abominevole possa essere l'azione dell'uomo quando utilizza i minori sfruttando la fiducia dei cittadini e delle istituzioni - ha detto il sindaco - Dobbiamo trarre insegnamento da tutto questo".

"Con questa sentenza sul Forteto si scolpisce una vertà giudiziaria e si condannano le responsabilità penali di questo ottore - ha affermato Stefano Mugnai - Rimane però una pagina tutta da scrivere, quella delle responsabilità politiche e istituzionali che hanno creato terreno favorevole al perpetrasri di questi fatti".

"Mi auguro che si arrivi velocemente al terzo grado di giudizio - ha commentato Giovanni Donzelli - Tutti i cittadini onesti vogliono vedere in galera Fiesoli e gli altri responsabili di questi atti inqualificabili. Ora il sindaco Nardella faccia una telefonata a Renzi e commissari la cooperativa".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità