comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 10°17° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 29 maggio 2020
corriere tv
Coronavirus, Crisanti: «L'app Immuni ci farà buttare una montagna di soldi»

Attualità venerdì 06 marzo 2020 ore 13:50

Forza Italia chiede la calamità turistica per la Toscana

piazza Santa Croce a Firenze deserta

I consiglieri regionali Marchetti e Stella: "Economia al collasso, occorre ridurre e sospendere le tasse. Fondi per le imprese. Serve una cura shock"



FIRENZE — Di fronte alle drammatiche ripercussioni per l'economia delle Toscana dell'emergenza coronavirus, i consiglieri regionali di Forza Italia Maurizio Marchetti e Marco Stella chiedono una cura shock alla Regione.

"L'economia toscana è al collasso - si legge in una nota di Marchetti e Stella - Come quella di tutta Italia in questa fase di emergenza sanitaria da Covid-19, ma nella nostra regione è amplificata dall'importanza che il turismo riveste nel determinare il Pil toscano. Serve una cura shock, da un lato con gli ammortizzatori sociali, dall'altra con la riduzione e la sospensione del pagamento di una serie di imposte locali, e lo stanziamento di fondi per le imprese danneggiate. Per ora molte aziende stanno ovviando al problema con le ferie forzate, ma non sono poche le ditte che stanno ricorrendo alla cassa integrazione".

"Per il comparto turistico serve lo stato di calamità turistica, come chiesto dal nostro ordine del giorno approvato in aula - proseguono gli esponenti azzurri - ma anche la sospensione della tassa di soggiorno, la sospensione immediata dei pagamenti nei contratti di somministrazione dell'energia elettrica e delle forniture di gas; strumenti agevolati di accesso al credito e incremento del credito di imposta per la partecipazione alle fiere internazionali". 

Nel dettaglio, Marchetti e Stella chiedono la riduzione dell'aliquota Irap del 3,9 per cento, la riduzione delle aliquote Imu del 50 per cento per almeno 12 mesi (anche per il settore turistico e alberghiero) nonchè la sospensione del Durc affinché le imprese possano accedere a nuovi finanziamenti senza presentare regolarità contributiva delle aziende perché sospesa.

"Poi, ci sono una serie di misure che ci aspettiamo dal governo nazionale - sottolineano Stella e Marchetti - e che i nostri parlamentari stanno sollecitando all'Esecutivo, e che avrebbero ricadute benefiche in Toscana: attivare la Cassa integrazione in deroga per 12 mesi per tutti i lavoratori a tempo determinato e indeterminato di aziende/imprese medio piccole coinvolte nell'emergenza; la Cig per gli studi professionali; estendere i contributi per imprese anche agli studi professionali; prevedere lo stato di disoccupazione con relative indennità per le partite IVA che non abbiano registrato movimenti dal 1° gennaio 2020; detassazione totale dei contributi per chi assume dal mese di aprile 2020 e per tutto l’anno".

Tra le altre misure urgenti, Forza Italia individua la "possibilità di andare in pensione con l'introduzione di Quota 99 (età + contributi versati) per chi è collocato in cassa integrazione a causa dell'emergenza; la moratoria totale sui mutui per almeno 12 mesi: in accordo con l'Abi e facendo ricorso al Fondo di Garanzia decretare la sospensione delle rate dei mutui (con misure di reintegro interessi) sulle rate dei mutui sospesi per l'impatto del Coronavirus", ma anche la "sospensione della scadenza Tari, l'eliminazione di Plastic Tax e Sugar Tax, la sospensione per almeno quattro mesi degli F24, misura da estendere anche ai professionisti, l'estensione dei contributi per imprese anche agli studi professionali. Solo con misure drastiche e coraggiose - concludono Stella e Marchetti - l'Italia e la Toscana potranno ripartire".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità