Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE12°18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità venerdì 09 gennaio 2015 ore 14:56

Forza Italia lancia il referendum anti-moschea

I consiglieri regionali e comunali: "Grave decidere senza sentire il parere dei cittadini". Il sindaco Nardella: "Il confronto va avanti"



FIRENZE — Si dicono pronti a una "grande mobilitazione e a raccogliere le firme per l’indizione di un referendum" perché "realizzare una moschea a Firenze non è come invertire un senso di marcia" ed "è inaccettabile e preoccupante che si proceda senza conoscere il parere dei fiorentini". 

Così Tommaso Villa e Jacopo Cellai, rispettivamente consigliere regionale e comunale di Forza Italia, vanno all'attacco dell'amministrazione comunale sullo stato di avanzamento dell’iter di realizzazione di una moschea a Firenze e le sue possibili localizzazioni.

"Vedremo - hanno aggiunto i due - se al sindaco Nardella preme veramente conoscere l’opinione dei fiorentini, o se invece ritiene più importante mantenere il dialogo con la comunità islamica».

Per gli esponenti azzurri, che continuano a nutrire "fortissime perplessità circa l’opportunità di realizzare un progetto così sensibile", grave sarebbe se "il Comune dovesse decidere tutto in quattro mura". Di qui la richiesta del referendum, "e se i fiorentini dovessero dire no alla moschea, così come noi auspichiamo, si archivi il progetto, con buona pace di chi da anni lo caldeggia senza fornire uno straccio di rassicurazioni su come verrebbe realizzata la moschea e con quali soldi".

Poco prima, però, lo stesso Nardella, a margine dell'incontro con la console francese, aveva ribadito la volontà di andare avanti col confronto sul progetto di realizzazione della moschea. "Noi - ha spiegato - abbiamo un interlocutore come l'Imam di Firenze che è anche un interlocutore europeo dei movimenti mussulmani moderati. Una persona responsabile e costruttiva, quindi non ho ragioni per bloccare progetti comuni e di dialogo".

Dario Nardella - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre gravi incidenti in poche ore si sono verificati nella giornata di oggi, due nell'Aretino e uno nel Senese. Sono tutti e tre ricoverati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità