Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:02 METEO:FIRENZE25°38°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Hulk Hogan si strappa la maglia alla convention di Trump
Hulk Hogan si strappa la maglia alla convention di Trump

Attualità martedì 07 marzo 2023 ore 18:55

Migliaia di gru a ali spiegate sul Padule

gru in sorvolo
Foto di: Ivano Rossi (Padule di Fucecchio / Facebook)

Spettacolo della natura per il sorvolo in stormi a cuneo dei maestosi uccelli. Estinti in Italia come nidificatori, migrano dall'Africa alla Russia



FUCECCHIO — Suggestivo spettacolo della natura fra il Fiorentino e il Pistoiese, con migliaia di gru che hanno sorvolato il Padule di Fucecchio in stormi con formazione a cuneo. Gli esemplari di uno dei più grandi uccelli d'Europa, un metro di altezza e due metri di apertura alare, stanno migrando dall'Africa verso i Balcani e poi la Russia, e la Toscana è sulla loro rotta consueta.

Così in questi primi giorni di Marzo sono passate sul Padule di Fucecchio, osservate poi anche sul Montalbano e nella piana Pistoia-Firenze. Dello straordinario evento dà notizia il Padule di Fucecchio, spiegando che la gru (Grus grus) è riconoscibile anche dai meno esperti oltre che per le dimensioni anche per i forti richiami, quasi dei potenti squilli di tromba, emessi sia a terra che in volo.

La specie è estinta in Italia come nidificante dall’inizio del secolo scorso, ma continua a transitare sul nostro Paese durante le migrazioni: "Di solito gli stormi di questi maestosi uccelli palustri si presentano in Padule, ogni anno negli stessi giorni fra la fine di Febbraio e l’inizio di Marzo. In grandi formazioni a cuneo, volteggiano a lungo sull’area alla ricerca di zone tranquille per la sosta e l’alimentazione", spiegano gli esperti.

Dal Padule, attraverso il Montalbano, le gru si trasferiscono nella Piana Fiorentina, oggi come tanti secoli fa, quando la loro presenza a Peretola trovò una illustre celebrazione nella novella del Decamerone “Chichibio e la gru”. Poi da qui, spiegano ancora dal Padule di Fucecchio, oltrepassano l’Appennino puntando decisamente a nord.

"Ancora oggi nel Padule di Fucecchio il passaggio degli uccelli migratori, insieme con il ciclico alternarsi dei periodi di secca e di piena, scandisce il ritmo naturale delle stagioni, ed è monitorato dal Centro Rdp Padule di Fucecchio in collaborazione con altri enti di ricerca. Si tratta di attività fondamentali per impostare su basi tecnico-scientifiche gli interventi gestionali nella Riserva Naturale e nelle aree contigue in modo da garantire le esigenze di conservazione della più grande palude interna italiana".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno