Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità giovedì 09 settembre 2021 ore 21:00

Il parassita trichinella nella carcassa di un lupo, è allerta

Può essere trasmesso alle persone e provocare una grave malattia. Lanciata l'allerta ai cacciatori toscani: "Possono esserci altre specie contagiate"



PROVINCIA DI AREZZO — Nella carcassa di un lupo morto per un incidente stradale sul territorio provinciale è stata rinvenuta il parassita trichinella; la positività è emersa a seguito delle analisi dell’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana.

La trichinella è un parassita che può essere trasmesso anche alle persone alle quali provoca una malattia che può essere anche grave.

La positività del lupo, animale carnivoro che può alimentarsi con carcasse di animali selvatici di varie specie, fa quindi sospettare che possano esserci sul territorio toscano animali di altre specie selvatiche o domestiche contagiate da questo parassita, alcune delle quali, come i suini e i cinghiali, possono trasmettere la trichinella all’uomo attraverso le proprie carni.

La Regione ha quindi rinnovato la raccomandazione rivolta ai cacciatori e agli allevatori di suini per autoconsumo di sottoporre a completa cottura, fino al cuore del prodotto, le carni dei cinghiali abbattuti che non hanno avuto controlli veterinari. Non deve essere consumata carne al sangue, quindi.

La Regione, l'Asl sud est e l'Istituto Zooprofilattico hano quindi deciso di innalzare ulteriormente il livello di sorveglianza, già attivo sulle specie selvatiche sensibili come il lupo, il cinghiale, la volpe, il tasso e altri. Nei prossimi giorni, nel comprensorio dove è stato trovato il lupo infetto, si svolgerà una serie di inconti incontri tra le autorità sanitarie, i responsabili delle squadre dei cacciatori e degli Ambiti territoriali di caccia per sensibilizzare ulteriormente tutto il settore venatorio. La campagna di informazione e prevenzione verrà  rafforzata su tutto il territorio regionale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre gravi incidenti in poche ore si sono verificati nella giornata di oggi, due nell'Aretino e uno nel Senese. Sono tutti e tre ricoverati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca