Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:42 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 31 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, Donzelli (FdI): «La sinistra sta con lo Stato o con terroristi?». E in Aula scoppia il caos

Cronaca lunedì 08 maggio 2017 ore 18:52

Il treno lo uccise, condannati 4 funzionari Rfi

La vittima era un operaio delle Ferrovie. Stava lavorando con due colleghi su uno scambio bloccato. Il tragico incidente avvenne nel 2009 a Rifredi



FIRENZE — Si è concluso con quattro condanne e un'assoluzione il processo a carico di cinque dirigenti e funzionari di Rfi rinviati a giudizio per omicidio colposo a seguito della morte di Domenico Ricco, un operaio di 27 anni, originario di Barletta, travolto da un treno regionale mentre stava lavorando a uno scambio bloccato nelle vicinanze della stazione di Rifredi.

La tragedia avvenne alle 23.25 del 5 novembre 2009. Ricco faceva parte di una squadra di pronto intervento con altri due colleghi. Quella sera i tre furono chiamati a intervenire a Rifredi. Mentre stavano lavorando sullo scambio, furono costretti a spostarsi per il transito di un treno merci. Ma così facendo non si accorsero che stava sopraggiungendo un treno regionale che colpì in pieno Ricco, uccidendolo sul colpo. Gli altri due operai riuscirono invece a salvarsi.

Secondo la pubblica accusa, i cinque rinviati a giudizio non avrebbero preso le precauzioni necessarie per far sì che gli operai del pronto intervento potessero lavorare in sicurezza, senza esporsi a rischi lungo i binari.

Oggi la sentenza del tribunale di Firenze ha condannato a tre anni e 10 mesi di carcere Francesco Torre, dirigente del movimento della stazione di Rifredi; a tre anni e sei mesi Carlo Manetti, caporeparto esercizio e impianti di sicurezza, e Alessandro Bartoloni, capo di zona per gli impianti di segnalamento e sicurezza; a tre anni Paolo Ceccherini, tecnico della manutenzione e caposquadra.

Assoluzione perchè il fatto non costituisce reato invece per Andrea Pratesi, responsabile della struttura organizzativa dell'unità territoriale di Firenze di rfi, con delega alla sicurezza sul lavoro. 

I difensori dei quattro condannati hanno annunciato il ricorso in appello.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per soccorrere il 53enne era stato attivato anche l'elicottero Pegaso. Tutto inutile, per lui non c'è stato nulla da fare. Indagano i carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Cronaca

Cronaca

Attualità