Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°32° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 20 luglio 2019

Lavoro lunedì 24 novembre 2014 ore 15:13

La Leopolda della Cisl tra lavoratori e pensionati

La campagna contro il Jobs Act del sindacato che ha detto no allo sciopero generale partirà il 2 dicembre dal luogo simbolo di Matteo Renzi a Firenze



ROMA — Il luogo non è scelto a caso. Tutt'altro. Perché per protestare contro il Jobs Act, la riforma del lavoro varata dal governo Renzi, e la legge di stabilità la Cisl partirà proprio da Firenze e proprio dalla Stazione Leopolda, il luogo tanto caro al presidente del consiglio perché ormai assurto a simbolo di tutta la sua ascesa politica.

E' lì che, il 2 dicembre, si svolgerà infatti la prima delle tre manifestazioni nazionali (le altre saranno il 3 a Napoli e il 4 a Milano) che il sindacato guidato da Annamaria Furlan ha in programma la prossima settimana dopo aver detto no allo sciopero generale proclamato per il 12 dicembre da Cgil e Uil. 

"Quella della Cisl sarà la Leopolda del lavoro, dei disoccupati, dei giovani precari, dei lavoratori e dei pensionati. L'Italia dei più deboli e bisognosi che chiedono piu' attenzione dal Governo, dalle istituzioni locali, dalla politica", spiega in una nota proprio la Furlan aggiungendo che "le nostre saranno iniziative di protesta e di proposte".

Quanto alla polemica sulla mancata adesione allo sciopero generale, Furlan spiega che "con le nostre iniziative vogliamo canalizzare la protesta in maniera costruttiva e rilanciare la nostra idea forte di un patto sociale tra tutte le forze responsabili per fare uscire il paese dalla crisi". Per questo, agiunge, "alla nostra Leopolda non ci saranno né finanzieri, né politici, ma solo delegati dei posti di lavoro che discuteranno e si confronteranno sul Jobs act e sulle modifiche necessarie alla legge di stabilità con l'esperienza e la competenza di chi il lavoro e il sociale lo difende tutti i giorni".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità