Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°21° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 17 luglio 2019

Cronaca mercoledì 10 agosto 2016 ore 08:27

Quelle mille tonnellate di amianto a Villa Corridi

​Ci sono centinaia di tonnellate. Il parco è stato chiuso in attesa dell'avvio della bonifica ma l'inizio dell'anno scolastico non dovrebbe slittare



LIVORNO — Dalla relazione conclusiva dell'impresa SEAL, incaricata dal Comune di provvedere ai lavori di bonifica dal parco di Villa Corridi, è emersa una presenza diffusa di materiale contenente amianto nel sottosuolo, rilevata mediante un’operazione tecnica cosiddetta di “decorticamento” del terreno.

"E’ stata inoltre confermata l'assenza di inquinamento da fibre aerodisperse nelle zone indagate: tutte le analisi specifiche fatte finora hanno infatti dato esito negativo.
In ogni caso, in via cautelativa, prima dell'inizio delle attività di rimozione, l'Amministrazione ha provveduto a chiudere al pubblico il parco"

"Contemporaneamente è stata avviata la procedura amministrativa di bonifica ambientale", fa sapere sempre il Comune.
"Intanto i tecnici comunali, già dal 16 agosto prossimo, programmeranno, con i responsabili dell’USL, una campagna di monitoraggio specifica, anche nelle zone non interessate dal ritrovamento di fibre di amianto. Ciò al fine di garantire, con la massima sicurezza, l’apertura e la frequenza scolastica, poiché i lavori di "ripristino ambientale", ovvero l’effettiva rimozione del materiale dal terreno, saranno svolti soltanto nei periodi di chiusura delle attività scolastiche".


Questo il commento della vice sindaco Stella Sorgente: “Comprendo le preoccupazioni delle famiglie e, proprio per questo, assieme ai tecnici stiamo adottando tutte le precauzioni del caso, prima dell'avvio dell'anno scolastico. Oltre al costante monitoraggio della situazione ambientale, entro la fine di questa settimana abbiamo in programma una riunione interna sulla questione della mobilità, in modo da valutare tutte le ipotesi emerse al fine di giungere al prossimo incontro del 26 agosto, programmato con le scuole, con delle soluzioni funzionali, che possano minimizzare al massimo i disagi per l'utenza."

Il polo scolastico di villa Corridi ospita 900 bambini tra nido, infanzia, elementari e medie e il rischio è che slitti l'avvio dell'anno scolastico se si deciderà di fare subito la bonifica dell'intera area, come chiesto anche da molti genitori.

Viceversa - e al momento è l'ipotesi più accreditata - se l'intervento slitta le scuole riaprono regolarmente, confermato il non inquinamento aereo del parco. In sostanza non ci sono fibre disperse in aria.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Attualità

Cronaca