Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:20 METEO:FIRENZE18°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 24 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Miami, crolla un palazzo di 12 piani: un bambino viene estratto vivo dalle macerie

Cronaca venerdì 22 gennaio 2021 ore 19:35

Direttore d'orchestra muore investito da un'auto

Lorenzo Parigi
Lorenzo Parigi

L'incidente a Calenzano. Il musicista ha insegnato per molti anni al conservatorio Pietro Mascagni. Denunciato per omicidio stradale l'automobilista



LIVORNO — Stava attraversando la strada quando un'auto lo ha falciato ed è morto sul colpo. L'incidente è avvenuto intorno di ieri sera in piazza Berlinguer, a Calenzano, nella piana fiorentina, e la vittima è Lorenzo Parigi, 73 anni, noto pianista e direttore d'orchestra e per molti anni docente al conservatorio Mascagni.

Dopo l'investimento il conducente dell'auto, un uomo di 41 anni, si è subito fermato per soccorrere Parigi ma purtroppo non c'era più niente da fare e anche i tentativi di rianimazione messi in atto dai sanitari del 118 sono stati inutili.

La dinamica dell'incidente è ancora al vaglio dei carabinieri ma nel frattempo l'auto dell'investimento è stata posta sotto sequestro e il 41enne, risultato negativo all'alcol test, è stato denunciato in stato di libertà per omicidio stradale, con ritiro della patente.

Lorenzo Parigi ha collaborato con prestigiose formazioni come l'Orchestra della Toscana e ha insegnato a lungo al conservatorio Pietro Mascagni di Livorno: dal 1975 è stato docente di teoria e solfeggio e poi di esercitazioni orchestrali e ha diretto l’orchestra degli alunni per quasi 30 anni.

"Parigi  aveva profuso nel lavoro con gli alunni una dedizione professionale instancabile ma anche viva passione e una profonda umanità che gli valsero un legame saldo anche di affetti con i giovani e giovanissimi musicisti - si legge nella nota di cordoglio del direttore del conservatorio, Renato Meucci - Nel corso dei quasi tre decenni, che lo hanno visto alla guida dell’Orchestra del Mascagni fino al 2004, quando andò in pensione dall’insegnamento, Parigi ha collaborato con entusiasmo all’impegno per la crescita della scuola livornese e ha vissuto alcuni dei momenti più significativi nella storia dell’Istituto, come la visita del Presidente della Repubblica Sandro Pertini, nel 1981, e anche, nell’anno successivo, la presenza del Papa Giovanni Paolo II nella nostra città, occasioni nelle quali diresse l’orchestra e il coro dell’istituto in un omaggio musicale ai due illustri ospiti della scuola".

"È scomparso nella maniera più tragica un musicista che è stato un vanto del nostro Istituto - ha commentato il direttore Renato Meucci - Desidero rappresentare in questo frangente il cordoglio e il dolore di tutto il Mascagni per questa perdita insanabile".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il piccolo si trovava in un dirupo a 3 chilometri da casa. E' in buone condizioni. Un giornalista ha sentito un lamento e ha chiamato i carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS