Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:47 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Turchia, il terremoto apre delle voragini in strada: auto inghiottite

Cronaca martedì 19 novembre 2019 ore 08:53

Falsi made in Italy, maxi sequestro al porto

Sui 4.704 prodotti era presente un bollino adesivo riportante la scritta “fatto a mano in Italia” nonostante il carico provenisse dal Portogallo



LIVORNO — Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto dei traffici illeciti, la guardia di finanza, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli,  hanno sequestrato in porto 4.704 prodotti di falsa manifattura italiana (insalatiere e brocche), sui quali era presente un bollino adesivo riportante la scritta “Handmade in Italy”, ossia “fatto a mano in Italia”, nonostante il carico provenisse dal Portogallo e fosse stato imbarcato in Spagna.

Doganieri e finanzieri avevano individuato il carico come sospetto già dalle analisi di rischio fatte “a tavolino” in ufficio, nell’ambito dei servizi di vigilanza all’interno e all’esterno dell’area portuale industriale di Livorno. All’arrivo della nave in porto si sono diretti sul camion in cui era stato caricato il container indiziato di trasportare merce irregolare in violazione del Made in Italy.

Su insalatiere e brocche non c’era alcuna indicazione che facesse ricondurre alla loro reale origine, così come alla loro importazione dall’estero. La merce però era confezionata in scatole di cartone con sopra impresso un marchio privato, che poteva indurre il consumatore finale a credere che si trattasse di beni realizzati artigianalmente sul territorio nazionale.

Gli oltre 4.700 articoli di cristalleria e vetro sequestrati, di cui 3.492 insalatiere e 1.212 brocche, hanno un valore commerciale di 250mila euro e avrebbero dovuto essere immessi nel mercato italiano come prodotto di pregio. Erano destinati a un imprenditore bresciano nei cui confronti è scattata la confisca amministrativa e una sanzione di 20mila euro.

L’attività di servizio si inserisce nel più ampio dispositivo operativo attuato sul territorio e finalizzato alla repressione del transito irregolare di persone e merci lungo le linee di confine terrestre e marittimo e alla tutela del Made in Italy.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca