Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:46 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 29 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte mangia un gelato dopo il vertice con Letta e Salvini: «Problema risolto? Speriamo che la notte porti consiglio»

Cronaca lunedì 13 maggio 2019 ore 09:48

Sul retro dell'azienda 5 tonnellate di rifiuti

I finanzieri hanno sequestrato l'area in cui erano stoccati eternit, pneumatici, batterie e olii esausti. Contestato il reato di discarica abusiva



LIVORNO — Nell’ambito di una attività svolta a salvaguardia dell’ambiente, i Finanzieri della Stazione Navale di Livorno hanno sottoposto a controllo un’azienda edile operante sul territorio livornese.

Durante il sopralluogo le fiamme gialle hanno rinvenuto, sul retro della palazzina adibita a sede amministrativa della società controllata, numerosi di tutto e di più: residui di lavorazioni edili, pneumatici fuori uso, batterie ed olii esausti, barattoli di vernice usati ed alcune lastre di eternit. "I materiali - hanno specificato i finanzieri - risultavano abbandonati direttamente sul suolo, lasciati alle intemperie, senza alcun rispetto delle normative ambientali".

L’attività ispettiva è proseguita controllando tutte le licenze ambientali in possesso della società. Ciò avrebbe permesso di accertare anche che uno degli autocarri utilizzato per le attività della ditta era sprovvisto della necessaria autorizzazione per il trasporto dei rifiuti, e che l’area ed il veicolo usato impropriamente erano di proprietà di un’altra azienda che concedeva “gratuitamente” l’uso di tali beni.

Al termine delle operazioni l’area, i rifiuti e il veicolo sono stati posti sotto sequestro, mentre i rappresentanti legali delle due società coinvolte (due livornesi di 57 e 72 anni) sono stati denunciati alla locale Procura della Repubblica per il reato di abbandono di rifiuti, così come previsto dal Decreto Legislativo 152/2006, “Testo Unico Ambientale”.

L’ennesimo risultato raggiunto dalla Stazione Navale della Guardia di Finanza di Livorno rientra nella diuturna azione di vigilanza svolta lungo la propria circoscrizione, volta a tutelare l’ambiente marino e terrestre ed a colpire coloro che danneggiandoli, non solo distruggono un bene comune ma sovente arrecano danno ai cittadini onesti, i quali possono trovare nella Guardia di Finanza un sicuro punto di riferimento.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su segnalazione della polizia canadese la polizia postale di Firenze e Livorno ha indagato, perquisito e arrestato un uomo di 42 anni di Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca