comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 21 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump se ne va, il mondo può tirare un sospiro di sollievo

Attualità sabato 02 novembre 2019 ore 16:22

Il babbo di Paperino prende la card per donare gli organi

Giorgio Cavazzano all'inaugurazione della mostra "Becoming human: Be a Hero" - foto da Twitter

Giorgio Cavazzano ha firmato il tesserino inaugurando la mostra di Lucca Comics and games "Donatori: straordinariamente umani, semplicemente eroi"



LUCCA — C'è anche il papà di Paperino, Giorgio Cavazzani, il più famoso degli autori Disney made in Italy, fra i sei milioni e mezzo di italiani che hanno espresso la volontà di donare gli organi. La firma sul tesserino di donatore è avvenuta all'inagurazione della mostra Becoming Human: Be a Hero. Donatori, straordinariamente umani, semplicemente eroi, nell'ambito dell'edizione 2019 di Lucca Comics and Games, in corso in questi giorni.

La mostra è stata realizzata dal Centro nazionale trapianti, Lucca Crea e Ristogest e propone una carrellata delle campagne di comunicazione sociale, nazionali e internazionali, indette per la promozione della donazione degli organi. 

"La donazione degli organi è entrata nella mia vita quando un mio amico ha avuto bisogno di un trapianto di fegato - ha spiegato Cavazzano - Condividere con lui l'esperienza della malattia prima e del ritorno alla normalità poi mi ha convinto di quanto sia importante dichiarare la propria volontà. Sono contento di aver avuto oggi la possibilità di firmare la mia dichiarazione".

Oltre a Cavazzano hanno deciso di sostenere quest'anno la campagna sulla donazione anche Emiliano Santalucia, disegnatore di Hasbro, e No Curves, uno dei principali esponenti della tape art, l'arte di disegnare con il nastro adesivo, che dodici anni ha subito un trapianto di rene.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità