Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 19 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità mercoledì 15 aprile 2020 ore 08:55

Asl pronta a rescindere il contratto coi gestori delle rsa

Tragico bilancio per lo screening covid nella Toscana nord ovest: 63 decessi, 411 positivi fra ospiti e operatori. L'Asl commissaria alcune strutture



LUCCA — Da quando la Regione Toscana ha deciso di effettuare test a tappeto nelle residenze sanitarie assistite in tutta la regione, nella Asl Toscana nord ovest sono stati effettuati più di 1.600 tamponi e circa 1.000 test sierologici: sono stati così individuati 302 ospiti e 109 operatori positivi, per un totale di 411 persone. I decessi sono stati 63 tra i degenti. 

"La Asl Toscana nord ovest - ha sottolineato il direttore generale Maria Letizia Casani - è già intervenuta con il personale sanitario in più contesti dove non vi erano sufficienti garanzie di messa in atto di tutte le azioni necessarie al contenimento del contagio, attuando una sorta di commissariamento. Stiamo anche verificando se, dal punto di vista contrattuale, vi sono gli estremi per la rescissione del contratto con le ditte appaltatrici''.

Ed è in partenza il secondo step che la Asl ha pianificato nel territorio di sua competenza, un passo importante in modo da intercettare il prima possibile ospiti e operatori a rischio di contrarre l'infezione attraverso la sorveglianza attiva e visite specialistiche. 

Nel merito il servizio infermieristico, sulla base di alcuni specifici parametri, segnala al team Covid, composto da medici specialisti in emergenza e urgenza e internisti, la necessità di maggiori verifiche sullo stato di salute degli ospiti delle rsa. Saranno i sanitari del team ad eseguire le visite ad hoc per stabilire se l'ospite ha necessità di ricovero in ospedale, se deve essere inviato alle cure primarie o se può continuare le terapie all'interno della struttura.

La Asl Toscana nord ovest ha anche fatto un censimento delle strutture adatte ad accogliere ospiti negativi e positivi o se è necessario lo spostamento in altre sedi appositamente individuate. 

"In Lunigiana - spiega Casani - possiamo contare sulle Rsa Villa Angela e Fontana d'Oro; a Massa abbiamo a disposizione Villa Angela, Rsa La Perla nella Piana di Lucca e la Paola Puccetti, nella Valle del Serchio. Anche in Valdera e Alta val di Cecina abbiamo individuato due strutture dove assistere gli ospiti risultati positivi, mi riferisco alla Rsa Leoncini e la casa di Riposo della Parrocchia di San Frediano in Forcoli, a Livorno ci avvaliamo di Villa del Colle e del Cap Elio Visone. Nella zona pisana stiamo pensando alla Rsa Aurora e nelle valli Etrusche alla Rsa San Rocco. Infine in Versilia alla Nuova Villa la Guidara''.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna di 32 anni residente in provincia di Lucca è stata trovata senza vita in un appartamento in Valle d'Aosta. Non se ne avevano notizie da ore
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità